Vai al contenuto

Ti piacciono il Macron e il foie gras


Cattiva fede

I sondaggi sono fantastici. Poniamo una serie di domande, imponiamo una manciata di risposte e boom: i risultati sono più divertenti di un dibattito tra i due round. Prima della resa dei conti di mercoledì sera, eri calibrato. E tu hai giudicato. Verso le conclusioni.

21.04.2022, 14:2922.04.2022, 11:57

Fred Valet

Mercoledì è stato trasmesso in stereo: a la guerra in Ucraina, un duello in Francia. Scarso bottino. Quindi, solo per scaldare la retina e i timpani, abbiamo preparato per voi un modesto sondaggio sul confronto tra Emanuele Macron e Marine Le Pen. Domande terribilmente semplici, come “qual è lo scopo di un dibattito”, “chi vincerà la battaglia”, tutto questo. Certo, per non rischiare di russare sulla seconda domanda, bisognava cospargere il tutto di qualche sciocchezza. (Tua madre, le salsicce di Mélenchon e merguez sono apparse naturalmente.)

Si e?

Già, calmati. E non solo perché, anche prima della gara politico-mediatica durata tre ore, si scommetteva già molto sul candidato presidenziale.

Calma (bis). Ovviamente è più complicato di un lungo bar fucsia che erige Macron come salvatore, che l’estrema destra non è una festa di compleanno, che ci sono voti utili, dimissioni, calcoli elettorali, trucchi sporchi e ragazzi furbi che rispondono senza mani. Questo è precisamente il motivo per cui Mélenchon è venuto a incasinare il pasticcio tra le possibili risposte. Invano. Solo l’astensione sembra avere, secondo lei, la stoffa di un sassolino nella scarpa del presidente (16%).

Ti abbiamo visto 👀

Sì, mercoledì sera, hai rotto. Alle 21 eri per l’84% davanti allo schermo, davanti a Macron, davanti a Le Pen, davanti all’ignoto. Ma per ragioni significativamente diverse. Buone notizie, a leggervi, la democrazia è ancora un consolatore da coccolare. Anche se eri anche piuttosto animato da una gioia particolarmente maligna: vedere il candidato del Raduno Nazionale Carne. E, al 17% che cercava la replica vecchio stile di Macron, ha riso delle tue aspettative!

*Domanda secondaria: “Gérard Majax” è una parola medievale?

La sua cerchia non ha nulla a che fare con il dibattito»

Impostore. (Sempre secondo te, eh.) Anche se sei decisamente un po’ noioso con le tue risposte serie, può essere rassicurante apprendere che un presidente deve possedere determinate qualità e che devono, se possibile, far saltare lo schermo.

I nervi, la franchezza, gli argomenti, la resistenza, lo stato d’animo non si misurano ovviamente solo alla fine della linea con un “macellaio” russo.

E per coloro che hanno trascorso tre ore davanti a uno “spettacolo”, non possiamo che consigliarti (in futuro) di privilegiare il Cirque du Soleil, in termini di intrattenimento.

Viva il cibo, fegato dell’elettore!

Per quanto riguarda il mangiare, ci dirai: niente di sorprendente. Quando metti tutte le tue fiches sul “presidente dei ricchi”, non ti limiti a succhiare un vecchio tubetto di maionese o a rosicchiare un volgare merguez.

Mercoledì sera, hai (o avresti) preso il tuo piede e il tuo vassoio con cadaveri d’oca alimentati forzatamente e una grande bottiglia di bollicine troppo costose. È. Ma non venite a piangere se, domenica, siete voi quelli stufi dei risultati delle elezioni.

Conclusione

Non c’è. I sondaggi sono fantastici, ma vi ricordiamo lo stesso che li avevano dati Donald Trump perdente nel 2016 e arrivare al punto di implicarlo la maggioranza degli elettori francesi abili alla sodomia “si definisce di estrema sinistra”. Da lì a creare un legame con le elezioni presidenziali… non è il nostro stile. (Scusate.)

Vuoi giocare con il sondaggio? Questo è qua

L’ex presidente degli Stati Uniti è molto critico nei confronti dei social network. Barack Obama chiede una regolamentazione per evitare la disinformazione e indebolire la democrazia.

Sa che non sarebbe stato eletto senza i social network, ma chiede il loro regolamento: giovedì l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha pronunciato un discorso in cui ha accusato le grandi piattaforme di aver amplificato molto “i peggiori istinti dell’umanità”.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano