Vai al contenuto

Tempeste: 15mila case senza elettricità e un “vero disastro” per l’agricoltura

Des grappes de raisin endommagées après les violents orages et les chutes de grêle qui ont provoqué des inondations et des coulées de boue, à Cormicy en 2011.


Un morto, quindici gravemente feriti e 15mila case ancora senza elettricità questa domenica mattina: è il bilancio dell’intenso episodio tempestoso che sabato ha attraversato 65 dipartimenti francesi, ha annunciato il ministro dell’Interno, Gérald Darmanin. Secondo lui, questa è “la prima volta in vent’anni” che una parte così vasta del territorio è stata attraversata contemporaneamente da temporali.

Le intense tempeste rappresentano anche un “vero disastro” per l’agricoltura, secondo il presidente della FNSEA, Christiane Lambert. “I viticoltori hanno la vite completamente tagliata”, mentre il maltempo ha colpito “anche il grano, l’orzo”, e che ci sono anche “danni agli edifici, tetti completamente forati”, ha indicato il capo del principale sindacato agricolo francese.

Per gli agricoltori si aggiunge il flagello della grandine altre difficoltà incontrati nelle ultime settimane, dopo un mese di Può essere classificato come il più caldo e il più secco mai registrato in Francia. “L’accumulo, la moltiplicazione e persino l’addizione di questi eventi climatici è sconcertante”, ha lamentato Christiane Lambert.

Dalla Bretagna al Gers e Landes, passando per Indre-et-Loire o persino Allier, il danno è stato notato in tutta la Francia, con “più di 40 dipartimenti colpiti dalla grandine”, aggiunge. “Stiamo andando a studiare, dipartimento per dipartimento, dove è necessario far scattare il dispositivo della calamità agricola, e lo faremo al più presto”, ha promesso Bruno Le Maire, ministro dell’Economia, a CNews. Gérald Darmanin ha anche annunciato che proporrà “alla fine della settimana” al primo ministro Elisabeth Borne di decretare “uno stato di calamità naturale” per “permettere alle persone di attivare la propria assicurazione”.

50.000 fulmini

La deceduta è una donna “travolta da una colata di fango” a Rouen ed annegata dopo essere rimasta intrappolata sotto un’auto. Tra i due feriti gravemente c’è una ragazza di 13 anni che è “in condizioni critiche”, ha spiegato il ministro durante una conferenza stampa a Place Beauvau.

Secondo Météo-France, il vento soffiava a più di 100 km / h in alcuni punti, ad esempio 103 km / h a Saint-André-en-Terre-Plaine nell’Yonne. In alcuni comuni, l’equivalente di un normale mese di giugno di pioggia è caduto in sole 12 ore: ad esempio 74 mm a Saint-Yan in Saône-et-Loire, o Donnemarie-Dontilly a Seine-et-Marne.

In totale, i 2.400 vigili del fuoco impegnati hanno effettuato 3.500 interventi e sono stati registrati 50.000 fulmini, ha precisato il ministro. Météo-France ha revocato questa domenica mattina la vigilanza arancione “Tempeste” per i 25 dipartimenti rimasti interessati, situati principalmente nel quartiere nord-orientale della Francia.

Fonte AFP



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano