Vai al contenuto

Signes Biological Fair: presentazione del film “Toxic Secrets” contro l’agricoltura petrolchimica

Signes Biological Fair: presentazione del film "Toxic Secrets" contro l'agricoltura petrolchimica


Dai primi anni ’30 i pesticidi sono stati utilizzati in abbondanza da milioni di agricoltori, mentre la loro nocività è sempre più evidente, sia per la salute che per l’ambiente.

Il 27 novembre 2017, a seguito della promulgazione da parte dell’Unione Europea del rinnovo della commercializzazione del glifosato, Emmanuel Macron ha chiesto il divieto del glifosato in Francia non appena un’alternativa fosse possibile o al più tardi tra tre anni. Cinque anni dopo, il piano per una Francia più naturale resta un’utopia.

Ventotto associazioni hanno aderito a questa causa

Per contrastare questo flagello, Nature et Progrès France, Glyphosate Campaign France e Générations Futures hanno unito le forze per creare la campagna Toxic Secrets. Oltre a queste tre associazioni, 25 organizzazioni hanno aderito a questa causa. Tra questi, il collettivo Consommateurs pas cobayes, che lavora per l’introduzione della trasparenza su OGM e pesticidi.

Bernard Astruc, coordinatore nazionale di questa associazione e docente di agro-bio-socio-ecologia, presenterà la prima proiezione pubblica regionale del film Segreti tossici e poi condurre una conferenza.

Per lui questo film, più che un’indagine sulla valutazione dei pesticidi, è “una macchina da guerra contro le lobby dell’agricoltura petrolchimica che avvelenano l’umanità”.

Un’agricoltura instabile

La sua guerra ai pesticidi, la conduce dagli anni ’70”.Sono stato in questo movimento per 50 anni. ci sono tutti i giorni”, assicura. Una lotta che ha conseguenze su salute, biodiversità, clima, junk food, ma anche occupazione, autonomia alimentare e cortocircuiti.

“A seconda di cosa mettiamo nel nostro piatto, giochiamo sui sette settori interessati”. Per mantenere un certo equilibrio, le abitudini dei consumatori devono poi cambiare drasticamente.

E deve avvenire un cambiamento sistemico. “Segreti tossici, è una rivelazione per tutte le parti interessate (consumatori, produttori, trasformatori, autorità pubbliche e tutti coloro che sono legati al cibo). È la rivelazione che i contenuti reali dei pesticidi sono molto più tossici di quanto annunciano le lobby dei produttori. Lobby che finanziano, allo stesso tempo, studi tossicologici.”

Tossico ma essenziale per gli agricoltori che hanno sempre utilizzato questi stessi pesticidi. Dipendente dai prodotti fitosanitari, cambiare la loro modalità di agricoltura equivarrebbe a perdere la loro identità.

La transizione agro-ecologica va fatta passo dopo passo. Bernard lo conferma lui stesso: “È un salto nel vuoto estremamente pericoloso”.

Per Toxic Secrets, si tratta di aggiornare una realtà. O il resoconto di un sistema agricolo che, oggi, inebria. Secondo l’Osservatorio regionale dell’agricoltura biologica Paca, la regione guida i territori francesi con un tasso di superficie agricola utile regionale (SAU) coltivata biologicamente del 32,4% alla fine del 2020. A livello nazionale, il 9,49% della superficie agricola autorizzata ora sono coltivati ​​biologicamente.

Sapere+
Per maggiori informazioni: http://secretstoxics.fr/

Dopo due anni vegetativi, la Fiera del Biologico torna a inverdire il paesaggio

Questa domenica si terrà la 32a edizione della Fiera Biologica Nature & Progrès de Signes. Grande mercato biologico, conferenze e workshop si svolgeranno dalle 9:00 alle 19:00.

“Sono attese in loco non meno di 6.000 persone”, annuncia Dominique Beraud, organizzatore. Una cifra impressionante che si spiega con l’età dell’evento.

Creato nel 1988 dall’associazione Nature & Progrès, l’incontro è diventato una tradizione nel dipartimento. Ritorna dopo due anni di assenza a causa dell’emergenza sanitaria.

I visitatori potranno acquistare una moltitudine di prodotti per l’igiene, la bellezza, il cibo, il giardinaggio o persino l’abbigliamento. Tra i laboratori, la prima proiezione del film Secret toxic si terrà alle 15 nella sala convegni comunale.

Dopo il film, il docente di agro-bio-socioecologia, Bernard Astruc, presenterà una presentazione sulla tossicità dei pesticidi e sull’alternativa da considerare per contrastare questo flagello.

Per accedere a tutte le sale convegni e workshop è richiesta una partecipazione di 2 euro. Come per il resto della fiera, tutto è accessibile gratuitamente.

In loco, un’area ristorazione offrirà piatti e bevande biologiche. Soci, produttori, trasformatori e consumatori potranno celebrare insieme questa giornata in allegria e in uno stato d’animo “bio-nne”.

Sapere+
Per maggiori informazioni: https://signes.fr/32e-foire-biologique/.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano