Vai al contenuto

Perodico olivo 2 settembre 2022



Periodico n 35 – 2 settembre 2022

in www.aipoverona.it

Iscriviti al canale con un click sul pulsante rosso, in basso a destra.

Attenzione: importante leggere il Periodico per modalità trattamenti fitosanitari.
Fase fenologica: accrescimento del frutto, avanzamento inolizione, visibili i cambiamenti di colore delle olive, dal verde cupo al verde giallastro, più evidente nella polpa.
Difesa fitosanitaria
Mosca delle olive (Bactrocera oleae): in questa settimana su tutti gli areali veneti le condizioni climatiche hanno favorito l’aumento della popolazione di Mosca.
Le infestazioni rilevate, come presenza di uova e larve, sono:
 comprensorio lago di Garda ed entroterra gardesano da 0 al 4%;
 colline veronesi, tra 0 e 5%;
 Pedemontana Vicentina e Trevigiana tra 0 e 2%;
 Colli Berici e Euganei tra 0 e 4%.
Le temperature più fresche e l’aumento dell’umidità dei prossimi giorni, fanno supporre un velocemente aumento delle infestazioni, che, da modello previsionale, potrebbero ben superare le percentuali sopra esposte. Per chi ha eseguito l’intervento fitosanitario larvicida adulticida, consigliato nella seconda decade di agosto, oltre a quelli che non lo ha ancora realizzato, si suggerisce d’intervenire entro i prossimi 7 – 10 giorni, utilizzando come sostanze attive l’Acetaprimid (massimo due trattamenti l’anno – nome commerciale Epik SL con tempi di carenza 21 giorni) o il Flupyradifurone (massimo 1 trattamento l’anno – nome commerciale Sivanto con tempi di carenza 14 giorni).
Chi adotta una difesa fitosanitaria da Agricoltura biologica, dopo le piogge di fine settimana scorsa e inizio di questa, si raccomanda di verificare le coperture dello Spinosad esche e dei prodotti imbrattanti, quali bentoniti, caolini, zeoliti, silicato di magnesio idratato (talco), solfato di calcio (gesso agricolo).
Rinchite dell’olivo o Punteruolo (Rhodocyrtus cribripennis): qualche presenza in oliveti di perforazione nelle olive da parte di questo coleottero favorito da andamenti climatici con temperature elevate. Questo insetto produce dei piccoli fori nelle drupe per nutrirsi e ovideporre. Gli interventi contro la Mosca ne riducono la popolazione.
Cimice asiatica (Halymorpha halys): il monitoraggio di questa settimana da un calo e una ascesa dei giovani. Questo indica che vi sono state molte ovideposizioni nel mese di agosto da parte delle femmine di prima generazione e nello stesso tempo calano gli adulti, sia quelli svernanti che quelli di prima generazione per dare spazio ai giovani della seconda.
Occhio di pavone (Spilocaea oleagina); Piombatura o Cercosporiosi (Mycocentrospora cladosporoides); Lebbra dell’olivo (Colletotrichum gleosporioides): le lunghe bagnature fogliari e l’elevata umidità stanno facilitando lo sviluppo di questi parassiti fungini. Sono state accertate infezioni di Occhio di pavone, come pure qualche limitata presenza di Lebbra, è, pertanto, necessario ripristinare la copertura fitosanitaria con prodotti rameici, particolarmente dopo le ultime piogge d’inizio settimana.
Eventi grandinigeni
Dopo eventuali eventi grandinigeni, si raccomanda d’intervenire entro le 24 – 36 ore successive con prodotti rameici o dodina, per limitare o prevenire l’azione di patogeni fungini e le infezioni di Rogna dell’olivo (Pseudomonas savastanoi).
Considerazioni sulla Mosca delle olive, recettività delle olive ed epoca dei trattamenti
La Mosca dell’olivo si riproduce più volte nel corso di una stagione riproduttiva, per questo è definita “polivoltina”.
La sua popolazione ha due picchi all’anno, la prima è in piena primavera, quando sfarfallano gli adulti della generazione svernante; il secondo, quello più intenso e che crea danni alla produzione di olive, si ha all’inizio dell’autunno, quando le olive sono molto recettive, le temperature si abbassano leggermente e il clima diventa più piovoso.
Per la Mosca la temperatura ha un ruolo importante sulla sua vitalità e sui ritmi di riproduzione.
Con temperature superiori ai 30 °C si riduce la fecondità delle femmine, una femmina depone in media 2-4 uova al giorno in piena estate e 10-20 uova in autunno.
La femmina della Mosca per diventare adulta e fertile ha necessità di nutrimenti proteici, che può trovare nell’oliveto, come sostanze organiche in decomposizione o pollini, o cibandosi dei batteri che trova nella superficie delle foglie e delle olive, filloplano.
La Mosca femmina quando va alla ricerca delle olive per l’ovideposizione è guidata da stimoli sia visivi e sia chimici percepiti attraverso “sensilli chemiorecettori”.
In genere le femmine mostrano una netta predilezione per le olive più grosse e ancora verdi.
Per una disamina completa dell’argomento :
Periodico olivo n. 33 – 19 agosto 2022
in www.aipoverona.it

Aipo Verona tel. 045 8678260
Iscriviti al canale Aipo con un click sul pulsante rosso, in basso a destra.

source

1 commento su “Perodico olivo 2 settembre 2022”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano