Vai al contenuto

PANAP accoglie con favore l’appello degli esperti delle Nazioni Unite per affrontare l’aumento del lavoro minorile in agricoltura, proteggere i bambini dai pesticidi tossici

PANAP accoglie con favore l'appello degli esperti delle Nazioni Unite per affrontare l'aumento del lavoro minorile in agricoltura, proteggere i bambini dai pesticidi tossici


Penang, Malesia-Il gruppo di difesa regionale PAN Asia Pacific (PANAP) ha accolto con favore l’appello degli esperti delle Nazioni Unite a un’azione urgente per affrontare l’allarmante aumento del lavoro minorile e proteggere i bambini dai lavori pericolosi, soprattutto in agricoltura, dove si stima che 108 milioni di bambini lavorino nelle fattorie e le piantagioni sono esposte a pesticidi tossici.

In occasione della Giornata mondiale dell’ambiente, PANAP e i suoi partner hanno anche lanciato la sua campagna annuale Protect Our Children from Toxic Pesticides per sensibilizzare sui danni dei pesticidi sui bambini, con il tema “I diritti dei bambini a un mondo libero dai pesticidi”.

Il 30 maggio, 21 esperti indipendenti delle Nazioni Unite hanno emesso a dichiarazione
affermando che molteplici crisi globali “minacciano di invertire anni di progressi contro il lavoro minorile”. Nel 2020 il numero di bambini lavoratori nel mondo è salito a 160 milioni, il primo aumento registrato in 20 anni. Circa 79 milioni di bambini sono impegnati in lavori pericolosi, anche nel settore agricolo, dove si concentra il 70% del lavoro minorile.

“Decine di milioni di bambini sono impegnati in lavori pericolosi, dove sono spesso esposti a sostanze chimiche tossiche, compresi pesticidi altamente pericolosi. Fino ad oggi, i bambini che lavorano in agricoltura continuano ad essere esposti a pesticidi pericolosi che sono vietati nel paese di esportazione, con conseguenti doppi standard aberranti e discriminazione”, hanno affermato gli esperti delle Nazioni Unite. Hanno inoltre sottolineato che “Accade spesso che dopo l’esposizione a pesticidi tossici, la violazione del diritto di un bambino all’integrità fisica da sostanze tossiche non può essere annullata”.

Sarojeni Rengam, direttore esecutivo del Panap, afferma la dichiarazione degli esperti dell’Onu. “I bambini respirano più aria, mangiano più cibo e bevono più acqua per unità di peso corporeo rispetto agli adulti, il che porta a una maggiore esposizione in un ambiente contaminato da pesticidi. L’esposizione precoce alla vita può danneggiare il cervello e il sistema nervoso ancora in via di sviluppo, interrompendo la crescita mentale e fisiologica. In effetti, l’esposizione a pesticidi tossici è una violazione costante dei diritti dei bambini, che può essere fermata solo con una volontà politica sufficiente da parte dei responsabili politici”, ha affermato Rengam.

Pesticide Action Network sta lavorando per l’eliminazione globale e il divieto dei pesticidi altamente pericolosi entro il 2030. “Un’eliminazione globale graduale e il divieto degli HHP entro il 2030 è urgentemente necessaria per proteggere i milioni di bambini in Asia che sono esposti ai pesticidi non solo nelle fattorie, ma anche nelle loro case e scuole che spesso si trovano proprio accanto alle fattorie. Uno studio del PANAP su bambini che lavorano nel settore della floricoltura in India mostra che i bambini soffrono di vari sintomi di avvelenamento da pesticidi e sono esposti alla deriva di pesticidi anche mentre studiano a scuola o giocano a casa”, ha detto Rengam.

La campagna Protect Our Children di PANAP incoraggia i responsabili politici a vietare i pesticidi più tossici per i bambini, promuove l’agroecologia come alternativa e sostiene zone cuscinetto prive di pesticidi intorno alle scuole.

Con questi bandi, i partner di PANAP in Vietnam, Pakistan, Filippine, Sri Lanka, India, Laos, Bangladesh, Nuova Zelanda, Malesia e Indonesia condurranno varie attività come concorsi d’arte, attività educative per studenti, incontri con genitori e insegnanti, petizioni firma e lobbying per zone cuscinetto libere da pesticidi intorno a scuole, agricoltura biologica, teatro per bambini e narrazione a partire dal 5 giugno.

© Scoop Media



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano