Vai al contenuto

Pamiers. L’industria edile dell’Ariège tiene la sua prima mostra nella zona di Gabrielat

Pamiers.  L'industria edile dell'Ariège tiene la sua prima mostra nella zona di Gabrielat


l’essenziale
Da ieri e fino a sabato si tiene nella zona di Gabrielat la 1a fiera dell’edilizia e dei lavori pubblici. Sono presenti più di sessanta espositori. Ampio spazio è dato all’edilizia.

A 17 anni Robin è uno studente del liceo Aristide-Bergès di Saint-Girons in un diploma di maturità professionale in opere strutturali. Inginocchiato davanti a un curioso assemblaggio di tavole impiantate ai lati di quattro pilastrini costituiti da una coppia di mattoni, sta per realizzare una volta a crociera. Una tecnica conosciuta fin dall’antica Roma e di cui Robin padroneggia le sottigliezze. Frédérique Thiennot, guidata da Olivier Bry nei corridoi della prima fiera dell’edilizia dell’Ariège, inaugurata ieri mattina nella zona di Gabrielat, si chiede: “La forma è standardizzata?” Benoît Mousset, professore di opere strutturali, risponde affermativamente ma qualifica la sua risposta. “Non entreremo nei dettagli, ma in realtà ci sono diversi modi per montare una chiave di testata”. Benoît, che ha già tagliato e preparato le sue pietre, lo dimostra. “Perché hai scelto questo corso?” chiede curiosamente Frédérique Thiennot. “Cercavo un settore professionale, non ero troppo scolastico. Ho fatto uno stage in muratura e quello è stato il click”, spiega Robin, dimenticandosi di dire che alcune nozioni di geometria sono da capire.

Olivier Bry, il presidente della FBTP 09, non nasconde il suo piacere. Colui che ha fatto la scoperta dell’edilizia, il maestro stallone dello spettacolo. E per ricordare al momento dell’inaugurazione che l’edilizia soffre, come molti altri settori, di una carenza di manodopera.

Quindi Olivier Bry si affida alla pedagogia e alla curiosità. Fino ad oggi, agli scolari vengono offerti diversi laboratori di scoperta. Oltre alla volta a crociera di Robin, i giovani in formazione alla scuola professionale Saint-Girons sono impegnati a costruire pilastri rinforzati, pareti divisorie per bagni, quadri elettrici… “Abbiamo più di quaranta mestieri diversi”, ha spiegato qualche giorno fa Olivier Bry . Ma una domanda tormenta Frédérique Thiennot, “non ci sono molte ragazze!”. Silenzioso ma non meno attento, il deputato Bénédicte Taurine condivide la stessa osservazione. “E’ vero, riconosce Olivier Bry. Ci sono poche ragazze in formazione iniziale, le troviamo più numerose in corsi di riqualificazione”.

Ma questo spettacolo è anche un appuntamento per i professionisti. Sotto il vasto tendone di 1.200 m2 più di sessanta espositori sono sul piede di guerra. Pronto a disegnare processi ad alta tecnologia, come questi GPS che possono equipaggiare una pala meccanica o anche un drone in grado di scattare foto, che una volta combinati consentono una panoramica 3D.In questa versione 2.0 del settore edile, altri più tradizionali sono ancora molto vivo, come gli scalpellini.

Eppure oggi il mondo delle costruzioni è preoccupato. Mentre i mercati erano tornati in vita, è il calo degli appalti pubblici che ora incombe su questo settore. Frédérique Thiennot intende rassicurarli. “In cinque anni abbiamo programmato di investire 12 milioni di euro all’anno, spiega il primo magistrato. I nostri cantieri sono il vostro lavoro”. Stessa storia per Alain Rochet, presidente della comunità dei comuni delle Portes d’Ariège Pyrénées. “Il nostro dipartimento economico è pronto a supportarti”, afferma.

Ieri verde, le luci stanno ancora cambiando in arancione. In questione, il prezzo delle materie prime quando non è la scarsità. Quanto alle tegole prodotte dal gruppo Terreal e che, in Spagna, ha interrotto la produzione a causa dell’impennata del prezzo del gas. Per quanto riguarda coloro che utilizzano il famoso truciolare OSB, sono diventati troppo cari. “Li abbiamo usati per realizzare casseforme”, spiega Olivier Bry.

Questa mattina il confronto non deve mancare di fronte alle sfide che gli operatori del settore edile dovranno affrontare.

Stamattina la federazione edile 09 in assemblea generale

Oggi i membri della FBTP 09 terranno la loro assemblea generale statutaria dalle 9 del mattino, alla quale parteciperà Olivier Salleron, il presidente della federazione nazionale. Nel primo pomeriggio è previsto un convegno sul tema della riqualificazione energetica. Seguirà un altro incontro informativo sulla professione di Lauzier-roofer, una professione del patrimonio, durante la quale gli scolari saranno presenti per tutta la giornata alla scoperta dei tanti mestieri edili. Il programma di sabato è più o meno identico, ma questa volta i professionisti aspettano anche dei privati, che, al gomito di una navata, scopriranno sicuramente materiali innovativi, idee per migliorare l’habitat, anche consigli.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano