Vai al contenuto

L’Ucraina accusa la Russia di aver rubato grano e attrezzature agricole

L'Ucraina accusa la Russia di aver rubato grano e attrezzature


Le testimonianze si moltiplicano Ucraina che denunciano il saccheggio delle risorse agricole ucraine da parte dei russi. Molti video con camion russi carichi di grano che guidano in direzione della Crimea agitano i social network. Il ministro dell’Agricoltura è intervenuto anche alla televisione nazionale per denunciare il furto di “diverse centinaia di migliaia di tonnellate” sottratte alle regioni occupate dalle truppe del Cremlino.

Se il fenomeno è provato, la sua estensione rimane difficile da determinare. Secondo le autorità ucraine, i russi hanno catturato 400.000 tonnellate di grano e 1,5 milioni di tonnellate sono immagazzinate in silos situati nei territori occupati. Mosca, dal canto suo, nega formalmente tutte le accuse di furto di grano o mais.

Secondo diverse testimonianze raccolti dalla CNN russi o ceceni inizialmente offrono di acquistare il grano a un prezzo irrisorio – al 10% del suo valore di mercato – e se i contadini si rifiutano di rinunciare al loro grano, gli occupanti lo sequestrano puramente e semplicemente.

27 macchine agricole inviate vicino a Grozny

Il saccheggio dell’Ucraina riguarda anche le attrezzature agricole. A Melitopol sono state rubate attrezzature in una concessione del produttore americano John Deere. Il bottino, stimato in quasi 5 milioni di dollari o 27 macchine, è stato trasferito a Grozny in Cecenia utilizzando l’equipaggiamento militare russo, secondo le informazioni della CNN.

Trattori e mietitrici all’avanguardia sono, tuttavia, collegati e dotati di chip GPS. John Deere è stato in grado di geolocalizzarli e persino disattivarli da remoto. Allo stato attuale, nessuna di queste macchine sarà in grado di lavorare la terra.

Gli hacker sarebbero stati mobilitati per aggirare il blocco informatico delle macchine. Anche se i trattori non hanno potuto circolare di nuovo, costituiscono una fonte di graditi ricambi: dall’inizio di marzo John Deere ha cessato ogni attività in Russia.

L’ossessione dell’Holodomor

Il furto di attrezzature agricole aumenta il rischio di un crollo della produzione ucraina. A causa del conflitto, gli agricoltori non sono stati in grado di seminare tanto grano quanto previsto. Secondo le immagini satellitari di Kayrros, la resa del prossimo raccolto dovrebbe diminuire del 35% rispetto al raccolto precedente.

Il furto di grano ha una risonanza particolare in Ucraina perché all’inizio degli anni ’30, una carestia organizzato da Stalin decimò quasi 5 milioni di ucraini. Questo periodo oscuro nella storia dell’URSS è stato chiamato holodomor, “sterminio per fame”. Il grano ucraino era stato requisito da Stalin e i contadini ucraini costretti a rimanere nei loro villaggi morirono lentamente. La scarsità era tale che furono segnalati casi di cannibalismo.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano