Vai al contenuto

Le strade di New York sono intasate dagli sfacciati autisti delle consegne di Amazon


È la “legge” della giungla di cemento.

Amazon conducenti di consegna coloro che causano il caos del traffico quando requisiscono enormi tratti di strade della Grande Mela stanno diventando più sfacciati, con uno che afferma che i poliziotti hanno dato loro la licenza per farlo.

“Il [NYPD] … ha detto che va bene parcheggiare in due qui”, ha detto l’autista Shawn Evans da un frenetico “centro di distribuzione mobile” – un eufemismo per i camion mastodontici che raddoppiano e triplicano il parcheggio mentre i lavoratori si affrettano a scaricare il loro contenuto su strade e marciapiedi disordinati.

Evans ha detto che stava scaricando nella sua posizione lungo Columbus Avenue nell’Upper West Side per più di tre ore con un camion contenente “1.500 … 1.600” articoli.

“Il NYPD non consente ai veicoli di consegna di Amazon di parcheggiare in due o di violare le norme sui parcheggi”, ha ribattuto un portavoce del dipartimento. “Se questi veicoli vengono osservati in violazione, viene emessa una citazione”.

Il camion di Evan non era un valore anomalo. Il Post ha trovato almeno quattro camion per le consegne di Amazon che hanno monopolizzato sezioni di Columbus questa settimana. Alcuni dipendenti di Amazon hanno confermato di essere stati parcheggiati in doppia fila per ore.

Lavoratori Amazon che scaricano un camion.
I residenti e gli imprenditori nell’Upper West Side ne hanno avuto abbastanza degli autisti per le consegne a contratto.
Helayne Seidman
Un contratto Amazon consegna un camion parcheggiato su Columbia Avenue nell'Upper West Side
Un contratto Amazon consegna un camion parcheggiato su Columbia Avenue nell’Upper West Side.
Stefan Jeremiah per il New York Post

Molti dei camion sono circondati da quelli che sembrano essere coni del traffico cittadino, ma in realtà appartengono ad Amazon, hanno detto diversi fattorini.

Il problema non riguarda solo l’Upper West Side. Con i suoi grattacieli ad altissima densità, l’Upper East Side è anche particolarmente suscettibile agli inceppamenti delle consegne di Amazon. Lo scorso novembre il consiglio comunale ha approvato un disegno di legge volto a frenare il problema introducendo parcheggi di solo carico nei quartieri colpiti, ma finora i risultati sono stati limitati.

“È come Whac-A-Mole”, ha detto la consigliera di Manhattan Gale Brewer, aggiungendo che i camion si sposterebbero da un luogo all’altro dopo un reclamo. La veterana del legislatore afferma di aver ricevuto almeno 20 denunce elettorali sulla questione quest’anno.

“È una sfida senza fine”, ha detto.

Amazon ha così tante consegne a domicilio nella Grande Mela che l’azienda non ha la capacità di consegnare direttamente i pacchi da sola, ma piuttosto affida il lavoro a società di consegna esterne con i propri dipendenti. I camion con migliaia di pacchi hanno quindi allestito aree di sosta in luoghi di “ancoraggio” sul lato della strada in giro per la città, hanno affermato i conducenti.

Amazon non direbbe quante località di ancoraggio ci sono in città.

I ringhi del traffico sono solo la punta dell’iceberg: gli autisti delle consegne possono essere indisciplinati e persino violenti, ha detto la gente del posto.

Igor Segota e Jeremy Waldis
Igor Segota e Jeremy Waldis possiedono Harvest Kitchen nell’Upper West Side.
Stefan Jeremiah per il New York Post

Durante un incidente il 2 marzo, Jeremy Waldis, proprietario del ristorante Harvest Kitchen a Columbus, ha litigato per il parcheggio con quattro o cinque lavoratori Amazon, uno dei quali ha tirato un pugno, secondo la polizia.

“Se non mi fossi abbassato, sarei stato in ospedale per una settimana”, ha detto Waldis. “I poliziotti hanno detto che voi ragazzi non siete davvero feriti, quindi non potevamo farci niente.” Waldis ha detto di essere stato costretto a prendere un nuovo telefono dopo che l’attaccante di Amazon lo ha afferrato e l’ha lanciato dall’altra parte della strada.

Un portavoce di Amazon ha affermato che l’incidente “non riflette gli standard elevati che abbiamo per i conducenti che consegnano i nostri pacchi” e che la persona coinvolta “non consegna più pacchi per Amazon”.

Ma i vicini non sono d’accordo.

Joe Bolanos
Anche Joe Bolanos, presidente della West 76th Park Block Association, è stufo dei conducenti di consegna Amazon a contratto.
Stefan Jeremiah per il New York Post
Un camion per la consegna di un contratto Amazon parcheggiato per due volte su Columbia Avenue nell'Upper West Side, Manhattan, mercoledì 1 giugno 2022 a New York City, USA.
Il Post ha trovato numerosi camion che occupavano spazio su Columbus Avenue.
Stefan Jeremiah per il New York Post

“Stanno urlando e urlando e le persone sono fuori e le senti urlare e imprecare. È invasivo”, ha affermato Joe Bolanos, presidente della West 76th Park Block Association. “Queste persone sono un po’ solo persone selvagge.”

Poi ha sparato Jeff Bezos, fondatore di Amazon: “Potresti immaginare che il secondo o il terzo uomo più ricco del mondo sarebbe in grado di permettersi un centro di distribuzione di mattoni e malta invece di invadere la nostra comunità e sconvolgerla”.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano