Vai al contenuto

Le aziende agricole sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile

Le aziende agricole sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile


Non c’è dubbio che un prerequisito per raggiungere le Nazioni Unite Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) entro il 2030 è una trasformazione rapida e di successo dei nostri sistemi alimentari globali. La disuguaglianza, il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità sono tutti strettamente legati alla produzione alimentare, al commercio alimentare e al benessere dei lavoratori e degli agricoltori.

Le aziende alimentari e agricole devono utilizzare la loro impronta globale e l’influenza su agricoltori e consumatori, attraverso le loro operazioni e catene di approvvigionamento, per creare quella trasformazione. Non è un compito banale, quindi dobbiamo utilizzare tutti gli strumenti disponibili per renderlo più semplice.

Ecco perché il Alleanza mondiale di benchmarking (WBA) impostare il primo Benchmark alimentare e agricolo, per valutare 350 delle aziende alimentari e agricole globali più influenti del mondo. Il benchmark è uno strumento di responsabilità per il settore privato, che comprende aziende che operano a livello globale in una serie di settori rilevanti, inclusi fattori di produzione agricoli, prodotti agricoli e materie prime, proteine ​​animali, trasformazione e produzione di alimenti e bevande e segmenti di vendita al dettaglio e servizi alimentari.

Queste 350 aziende rappresentano più della metà delle entrate mondiali dell’alimentazione e dell’agricoltura, impiegando direttamente oltre 23 milioni di persone. La loro influenza, tuttavia, è molto maggiore: hanno un impatto sproporzionato sui sistemi alimentari attraverso le loro catene di approvvigionamento larghe e lunghe.

Questo è ciò che conferisce loro un ruolo così importante nella trasformazione dei sistemi alimentari. Hanno il potere di essere i principali catalizzatori nel guidare il cambiamento per limitare il degrado ambientale, aumentare i mezzi di sussistenza dei produttori e migliorare la salute e il benessere delle persone garantendo che scelte alimentari nutrienti siano disponibili per tutti.

Possibilità di miglioramento per il 2023

Il punto di riferimento metodologia abbraccia 45 indicatori nelle aree interconnesse della trasformazione dei sistemi alimentari, coprendo governance e strategia, ambiente, nutrizione e inclusione sociale. Per ciascuno dei 45 indicatori le aziende sono valutate su una scala a cinque livelli, con un punteggio compreso tra zero e due punti. In ogni caso, un punteggio pari a zero in genere non riflette alcuna informativa rilevante e un punteggio pari a due riflette la performance principale. I risultati rendono una lettura interessante.

Unilever è in cima al benchmark alimentare e agricolo 2021, seguito da Nestlé e Danone. Il resto della top 10 è composto dalla società di fertilizzanti OCP, dalle società di produzione di birra e bevande Anheuser-Busch Inbev e Diageo, dal trasformatore di alimenti e bevande PepsiCo, dal rivenditore Tesco, dalla cooperativa casearia Fonterra e dalla società di ingredienti Firmenich. In particolare, questo elenco include aziende di tutti i segmenti di riferimento ad eccezione del servizio di ristorazione. È una buona notizia che vi sia un’ampia leadership sulle questioni dello sviluppo sostenibile nel sistema alimentare.

Queste aziende hanno un impatto sproporzionato sui sistemi alimentari attraverso le loro catene di approvvigionamento larghe e lunghe.

comunque, il rendimento medio del benchmark è ancora basso. Quasi due terzi delle aziende ottengono un punteggio inferiore a 25 su 100. E i migliori risultati hanno ancora molta strada da fare per completare la transizione verso un sistema alimentare sostenibile, colmando le lacune nella preparazione del settore al cambiamento climatico, i suoi progressi diritti umani e, in generale, garantire a tutti l’accesso a diete nutrienti.

Il benchmark viene pubblicato ogni due anni, con un anno di ricerca seguito da un anno di impatto, durante il quale WBA diffonde ulteriormente i risultati del benchmark e guida l’azione. Lavoriamo con le coalizioni esistenti, gli attori rilevanti e le iniziative per promuovere ulteriormente l’agenda dei sistemi alimentari.

Usare la community e il benchmark per aumentare l’impatto

Per passare dal reporting all’impatto, abbiamo invitato le aziende a condividere i loro apprendimenti, sfide e percorsi su uno specifico argomento di riferimento. Lo facciamo in collaborazione con esperti in materia, che possono anche dare seguito direttamente con ulteriore supporto tecnico e implementazione della strategia.

Nel 2022 abbiamo tenuto la nostra prima di queste sessioni, denominata “comunità di pratica”, sull’alimentazione della forza lavoro. Tè Alleanza per la nutrizione della forza lavoro (WNA) distingue quattro categorie di programmi in cui le aziende dovrebbero essere coinvolte: cibo sano sul lavoro; educazione alimentare; controlli sanitari incentrati sulla nutrizione e supporto per l’allattamento al seno. E il benchmark alimentare e agricolo ha rivelato che il 25% delle 350 aziende ha almeno un programma nutrizionale per la forza lavoro in atto che può aiutare a promuovere una maggiore consapevolezza, accesso e fornitura di alimenti salutari.

Le aziende che hanno condiviso il loro percorso di implementazione di questi tipi di programmi insieme a WNA hanno condiviso quattro passaggi concreti e attuabili per altre aziende

  1. Implementazione di tutto per quattro categorie di programmi di nutrizione della forza lavoro
  2. Fornire prove più qualitative sulle offerte di cibo sano
  3. Aumentare il numero o la percentuale di mense che offrono cibi sani
  4. Fissare obiettivi temporali per migliorare l’offerta alimentare

Facendo più di queste sessioni su altri argomenti importanti nel settore alimentare e agricolo, la World Benchmarking Alliance si impegna a impegnarsi con aziende proattive per creare impatto. Fornendo gli strumenti tecnici e le competenze per le aziende e aiutando a implementare i programmi nelle loro operazioni e catene di approvvigionamento, speriamo di creare miglioramenti misurabili nella prossima iterazione del benchmark alimentare e agricolo, nel 2023.

[Interested in learning how we can transform food systems to equitably and efficiently feed a more populous planet while conserving and regenerating the natural world? Check out the VERGE 22 Food Program, taking place in San Jose, CA, Oct. 25-28.]



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano