Vai al contenuto

L’angolo dell’agricoltura ad Asheville riunisce le comunità


ASHEVILLE, NC (AP) — Un seme di senape di fede, duro lavoro e cuore stanno aiutando a coltivare uno storico quartiere di Asheville.

Nel 2014, Southside Community Garden è stato istituito come fonte di cibo per i residenti che non avevano accesso ai negozi di alimentari.

“Non c’erano negozi di alimentari nel quartiere quando ce n’erano otto o nove sparsi per il quartiere di Southside negli anni ’50 e ’60”, ha affermato il co-fondatore Roy Harris, che ha guidato l’iniziativa con Shuvonda Harper, Musa Farfan e Gwen Collina.

Ora, reintrodotta come Southside Community Farm, è diventata un luogo in cui i vicini lavorano fianco a fianco piantando semi per i raccolti stagionali. È una tregua e un luogo di incontro per coloro che hanno bisogno di conversazione, pace, guarigione e connessione. È un tavolo comune in cui gli estranei possono diventare amici durante un pasto condiviso.

“Questo giardino è stato tutto per questa comunità”, ha detto Harris.


I principi di base dei leader erano che lo spazio producesse cibo, onorasse la storia e collaborasse. È stato anche immaginato come un luogo in cui guarire, costruire relazioni e insegnare, tra molti altri scopi.

Gran parte di essa è giunta a buon fine, ma il lavoro è tutt’altro che finito.

Situata su un appezzamento di terreno urbano di circa 0,36 acri, Southside Community Farm sta dimostrando che si può fare molto con la visione, la determinazione e il supporto di una comunità.

NUTRIRE UN QUARTIERE

La Southside Community Farm si trova su un terreno di proprietà dell’Asheville Housing Authority. Serve direttamente i residenti di Southside che altrimenti potrebbero non avere accesso a cibo fresco e sano.

Lo scorso autunno, uno sforzo di rebranding ha eliminato la parola “giardino” dal nome e l’ha sostituita con “fattoria” per chiarire il suo focus sulla produzione alimentare per il quartiere di Southside, ha affermato la direttrice della fattoria Chloe Moore.

“Il quartiere di Southside esiste nell’apartheid alimentare. Non ha un negozio di alimentari. Ha un accesso limitato a cibo fresco e sano”, ha detto Moore. “Il nostro obiettivo è far parte della co-creazione di una rete di sovranità alimentare per il quartiere di Southside. La sovranità alimentare riguarda la comunità che ha il controllo sul sistema alimentare. E non si tratta solo di avere accesso al cibo, ma l’accesso al cibo che le persone vogliono ed è culturalmente appropriato”.

Il termine “apartheid” affronta gli aspetti delle insicurezze alimentari basate sulla razza, sui fattori economici e sulla giustizia, ha affermato.

“In un certo senso l’apartheid suggerisce quanto sia sistemico”, ha detto Moore. “Quanto è intenzionale che ci possano essere comunità come Southside che sono razzialmente ed economicamente contrarie e per questi fattori non hanno cibo fresco e sano che sono proprio accanto alle comunità di Asheville che hanno cibo sano in abbondanza e molti negozi di alimentari e molte opzioni di cibo.”

Un altro obiettivo è costruire comunità e solidarietà con altri neri e marroni nell’area di Asheville, ha detto Moore.

“È importante che abbiamo posti che sono ancora per noi neri e che ci sono posti in cui possiamo interagire con la terra e in modi che sono curativi e benefici quando c’è così tanto trauma intorno alla terra e lo spostamento dalla schiavitù alla mezzadria fino al più recente ridimensionamento, rinnovamento urbano e gentrificazione”, ha detto Moore.

Southside Community Farm onora ciò che era il quartiere e reinventa ciò che può essere per le generazioni presenti e future.

“È importante perché ci riporta a parte della nostra storia, chi eravamo”, ha detto Harris.

Un obiettivo più ampio è quello di collegare comunità di tutti i background e dati demografici. Nel corso degli anni, la fattoria e il padiglione attirano regolarmente coloro che hanno bisogno di un momento di conforto, una spalla su cui piangere e servire per un po’ di gioia e amicizia, ha detto.

Alcuni dei leader hanno lanciato una quarta cena domenicale nello stile delle tradizionali riunioni di famiglia. I partecipanti sono incoraggiati a contribuire con un piatto, ma non è obbligatorio. Ad aprile, quasi 15 persone di diversa estrazione e demografia erano sedute al tavolo, ha detto.

“Il motivo per cui l’ho iniziato è che alcune persone sono così impegnate in tutto ciò che facciamo durante la settimana che non mangiamo nemmeno più insieme”, ha detto Harris. “Siamo stati rappresentati da neri, bianchi, giovani, vecchi, intergenerazionali… per due ore a cena insieme. Probabilmente non succede molto ad Asheville.

COSA CRESCE

Moore sta guidando la prossima generazione di agricoltura per la comunità, ha affermato Harris, che l’ha definita “il futuro”. Da gennaio 2021, Moore ha continuato il lavoro iniziato e portato avanti da molti prima di lei. Sotto la direzione di Moore, si sta espandendo in una fiorente fattoria urbana con diverse colture. E il Southside Community Orchard, un appezzamento di 0,15 acri, è in fase di sviluppo dall’altra parte della strada rispetto alla fattoria.

“Stiamo espandendo ciò che stiamo facendo e non siamo come un orto comunitario in quanto non abbiamo appezzamenti che le persone possono affittare”, ha detto Moore. “Siamo più concentrati sulla produzione alimentare, e questo è per il quartiere di Southside”.

Moore lavora con l’assistente manager dell’azienda agricola Kate Wheeler, il gruppo dirigente di co-fondatori e volontari devoti, ha detto. È supportato da molti residenti e partner della comunità, tra cui Housing Authority, Bontiful Cities e Green Opportunities.

Questa primavera, la fattoria coltiva patate, cipolle, aglio, ravanelli, piselli dolci, cavoli, cavolo cappuccio, barbabietole, senape e altro ancora. In estate verranno raccolti peperoni, pomodori, mais, zucca, anguria, gombo, arachidi, piselli e altri prodotti.

Nei letti rialzati, ci sono erbe medicinali e specie utilizzate nella medicina popolare tradizionale africana e afroamericana. Camomilla achillea, menta, melissa, erbe del tè e piante che possono essere utilizzate per il trattamento di primo soccorso a sostegno del sistema immunitario sono nel mix.

Mirtilli, fragole, piante perenni, more, pere, mele e sambuco saranno disponibili tutto l’anno. La fattoria e i frutteti devono fungere da “spazio pubblico invitante” e “una lussureggiante foresta alimentare da cui le persone possono godersi e raccogliere”, ha detto Moore.

I residenti sono invitati a visitare la fattoria e raccogliere gli ingredienti: gli articoli sono comodamente conservati nel frigorifero nel padiglione non appena disponibili.

I membri della comunità sono invitati a presentare proposte in qualsiasi momento, ma ci sono alcune date programmate per i giorni di lavoro di volontariato dalle 10:00 alle 14:00, 15 maggio, 12 giugno e 10 luglio.

Il 1 maggio, Southside Community Farm ha ospitato il primo dei suoi mercati contadini, in programma la prima domenica o ogni mese fino a ottobre. Il mercato crea una piattaforma per la fitoterapia e produce agricoltori e venditori di cibi preparati.

COME SUPPORTARE?

Attualmente, Southside Community Farm ha una campagna GoFundMe per raccogliere $ 50.000. I fondi donati vanno alla serie del mercato degli agricoltori, al programma di imprenditorialità giovanile, al programma di alimentari di Southside e ad altri progetti.

Al Southside Farmers Market, i venditori ricevono un salario di sussistenza per far parte del mercato degli agricoltori, che è diverso dalla tradizione dei mercati che richiedono ai venditori di pagare per uno stand, ha detto Moore.

“Vogliamo garantire che i mercati siano redditizi per loro e non possiamo promettere un certo numero di clienti”, ha affermato.

I partecipanti al programma di imprenditorialità giovanile ricevono lezioni pratiche sull’agricoltura, il cibo e la creazione di un’attività in proprio, quindi esperienze di vendita in un mercato agricolo estivo.

Il programma alimentare di Southside, inclusa una dispensa di cibo all’aperto, verrà lanciato quest’estate presso il Southside Community Orchard. Comprenderà cibo coltivato nella fattoria e nel frutteto, nonché prodotti secchi dei produttori locali.

“Stiamo espandendo il nostro spazio quest’anno”, ha detto Moore. “Stiamo crescendo di più e stiamo utilizzando le aree collinari vicino all’appezzamento della fattoria di Southside. Stiamo anche espandendo lo spazio del frutteto della Southside Community in modo che ci dia più spazio per crescere, fisicamente”.

Mira a implementare un programma di risparmio di semi per aumentare la sostenibilità e la resilienza. Consentirebbe all’azienda agricola di salvare i propri semi, acquistando quindi meno dalle aziende produttrici di semi. Inoltre, aumenterebbe la capacità di condividere i semi con la comunità. Questa stagione, nel padiglione è stata introdotta una “piccola libreria di semi gratuita” che accoglie chiunque porti un pacchetto di semi per coltivare una casa e un orto.

Un obiettivo è acquisire un mercato mobile che verrà utilizzato per portare cibo fresco e altri beni fuori dalla fattoria e direttamente nelle case dei residenti.

“Dobbiamo incontrare le persone dove si trovano e non solo sperare che le persone vengano da noi”, ha detto Moore.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano