Vai al contenuto

La ricerca rileva che i mercati degli agricoltori sono vitali per l’economia alimentare locale della Pa

La ricerca rileva che i mercati degli agricoltori sono vitali


mercato degli agricoltori

UNIVERSITY PARK, Pennsylvania — I mercati degli agricoltori della Pennsylvania generano circa 100 milioni di dollari di vendite all’anno, secondo una nuova analisi di Penn State Extension che fornisce un’istantanea del contributo dei mercati degli agricoltori all’economia alimentare locale nel Commonwealth.

Utilizzando i dati del 2021 raccolti dal 15% dei mercati degli agricoltori in Pennsylvania, i ricercatori hanno scoperto che questi mercati hanno generato vendite lorde di circa 18 milioni di dollari. I ricercatori hanno quindi estrapolato questi dati di vendita per tenere conto degli oltre 330 mercati agricoli comunitari all’aperto nello stato.

La loro analisi ha indicato che questi mercati hanno generato, in maniera prudente, 100 milioni di dollari di attività economica diretta durante la stagione dei mercati semestrale.

“I mercati degli agricoltori all’aperto, i mercati agricoli e i mercati pubblici sono attività essenziali che forniscono più del cibo fresco”, ha affermato Brian Moyer, associato del programma educativo Penn State Extension per la vitalità delle imprese e della comunità. “Creano posti di lavoro, aiutano a guidare l’economia locale e consentono alle fattorie e agli artigiani del cibo di trattenere una parte molto più alta del dollaro alimentare”.

Progetto

Questa ricerca è stata avviata alla fine del 2020, quando Penn State Extension ha ricevuto $ 10.000 dal programma PA Preferred del Dipartimento dell’agricoltura della Pennsylvania per supportare un progetto di raccolta dati durante la stagione di mercato 2021.

Il progetto mirava a creare una cultura della raccolta dei dati all’interno dei mercati ea comunicare il valore di queste attività in tutto il Commonwealth.

“Non è insolito che i mercati degli agricoltori raccolgano dati e condividano i risultati con le parti interessate della comunità locale”, ha affermato Moyer. “Ciò che rende unico questo progetto è che questa è la prima volta che un progetto di raccolta dati viene svolto su questi mercati a livello statale”.

“Vale anche la pena notare”, ha affermato, “che questi dati rappresentano solo la stagione di mercato regolare da giugno a ottobre. Molti mercati invernali che non facevano parte di questo progetto generano entrate durante i nostri mesi più freddi”.

Dati

All’inizio del progetto, i gestori del mercato hanno compilato un modulo con il nome del mercato, il giorno della settimana in cui il mercato è aperto, l’ubicazione della contea, il codice postale, le informazioni sul Programma di assistenza nutrizionale supplementare e qualsiasi programma aggiuntivo in dollari corrispondenti.

Ogni settimana, i gestori di mercato inserivano i conteggi dei clienti, il numero di transazioni SNAP, i dollari SNAP distribuiti e riscattati e il bonus SNAP o dollari corrispondenti distribuiti e riscattati.

I gestori del mercato hanno anche chiesto ai loro venditori di carne e prodotti di punta il numero di transazioni giornaliere e se le vendite lorde fossero superiori, inferiori o uguali a quelle della settimana precedente. I ricercatori della Penn State Extension continueranno la raccolta dei dati nella stagione di mercato 2022.

“I mercati degli agricoltori sono più che eventi piacevoli nelle nostre comunità”, ha affermato Moyer. “Sono essenziali per la nostra economia alimentare locale. I mercati forniscono uno spazio comune alle aziende agricole e alle aziende alimentari per offrire i loro prodotti e incubare nuove attività”.

Per ulteriori informazioni sul progetto di raccolta dati o sul sondaggio post-stagionale, contattare Moyer all’indirizzo bfm3@psu.edu o 484-269-0229.

RIMANI INFORMATO. ISCRIVITI!

Novità agricole aggiornate nella tua casella di posta!



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano