Vai al contenuto

La motoslitta antica vede una crescita enorme


Roch Seguin chiama da tutto il Canada nella sua casa a sud di Alessandria, dove ripara e restaura antiche motoslitte

Roch Seguin è stato introdotto alle motoslitte antiche e vintage solo sette anni fa, ma proprio in quel periodo ha visto un’enorme crescita nel collezionismo di macchine storiche.

“È stato fatto, è stato totalizzato”, afferma Roch Seguin, della slitta da corsa John Deere 295-S che ha trovato vicino a Vankleek Hill. Foto inviata

Seguin, che vive a Green Valley, a sud di Alessandria, è diventato la persona “a cui rivolgersi” per informazioni sulle vecchie motoslitte, riparando e restaurando sia le proprie macchine, sia quelle di altri appassionati. Raccoglie richieste da tutto il Canada su dove trovare parti per slitte vintage, in particolare per i modelli John Deere, che lui stesso guida.

“Mio padre e suo fratello sono cresciuti nell’era di tutte queste slitte”, dice Seguin, che ha suscitato il suo interesse per la prima volta quando suo padre e suo zio sono tornati da uno spettacolo vintage in Quebec nel 2015, dove hanno visto più di 300 motoslitte vintage.

“Li ho sentiti parlarne e volevo unirmi così l’anno successivo mi sono procurato una slitta più vecchia.” Seguin non è un meccanico lui stesso, ma ha imparato il mestiere da suo padre e si trova a suo agio nel lavorare su macchinari d’epoca. A Vankleek Hill ha trovato un raro modello da corsa John Deere 295-S che è stato in grado di restaurare da zero.

“Era fatto – è stato totalizzato”, ricorda Seguin, notando che le slitte da corsa – anche in condizioni cestinate – sono molto preziose per la loro rarità. “Sono rari perché non ne hanno fatti troppi all’inizio e perché erano il fiore all’occhiello dell’azienda”.

I concessionari John Deere ricevettero ciascuno solo un 295-S nel 1974.

“Quello è stato il primo tentativo (di John Deere) di una motoslitta da corsa”, racconta Seguin, aggiungendo che la vecchia è una vera slitta da notte che sorprende molti motociclisti sulle nuove macchine. “Non sembra, ma ha molte parti interessanti.”

“È una vecchia motoslitta, ma gli sci si staccano da terra e tu tieni il passo con loro e loro fanno ‘wow’.”

Antico vs. slitte d’epoca

Per i collezionisti, una motoslitta è considerata vintage se ha più di 25 anni. Alcuni considerano addirittura una slitta d’epoca di 15 o 20 anni, a causa del ritmo veloce con cui è progredito il design delle motoslitte. I modelli con più di 50 anni rientrano nella classe dell’antiquariato.

Scott Allen è un collezionista di motoslitte vintage e antiche. Il residente di Vankleek Hill ha circa una dozzina di macchine più vecchie, in vari stati di condizioni, che gli piace restaurare e guidare. È ovvio che adora i suoi giocattoli da neve vintage, sia per il divertimento di guidarli che per i ricordi che ispirano.

“È divertente lavorarci su”, dice con entusiasmo Allen riguardo all’hobby. “Da bambino posso sempre ricordare (cavalcarli) ed è stato divertente.”

Rispetto alla sua moderna motoslitta (a destra) Scott Allen afferma che guidare il suo Skidoo Nordic del 1972 è “come guidare una Chevette rispetto a una Cadillac”. Foto: Reid Massone

Allen è anche un membro dell’Eastern Ontario Snowmobile Club e cavalca moderne slitte sui sentieri del gruppo. La più grande differenza tra una moderna motoslitta e modelli antichi, dice, è il fattore comfort.

“È come guidare una Chevette rispetto a una Cadillac”, dice Allen, indicando la sua moderna due posti e un’antica Skidoo Nordic del 1972 parcheggiata accanto ad essa. “Se dai un’occhiata ai due, ci sono i sedili riscaldati su quello nuovo e il manubrio riscaldato, un plug-in per il tuo telefono.”

Nelle vicinanze si trova la Yamaha Phazer del 1995 (in primo piano nella foto principale) che Allen aveva recentemente restaurato da Roch Seguin per suo figlio. Sebbene abbia più di 25 anni e rientri nella categoria vintage, il design era molto moderno per l’epoca. A differenza delle slitte antiche di Allen, la Phazer può correre facilmente sulle piste dei club ed è autorizzata per loro.

“E’ comunque una buona macchina da guidare”, dice della Yamaha. “Non è comodo come quelli più recenti – c’è una grande differenza nelle sospensioni – ma va bene su percorsi più lisci”.

Non è l’ideale per le piste dei club

Come con molti collezionisti di motoslitte vintage, la maggior parte delle corse di Allen sulle sue macchine vintage sono su terreni privati, piuttosto che su club e piste provinciali.

“Andremo giù dal vicino e ritorno – 20 chilometri sono circa”, dice Allen. “È stato un bel viaggio indietro quando sono usciti, se facevi 30 chilometri in un giorno o dopo cena andavi a casa di un vicino”.

Una cosa che le vecchie motoslitte hanno in serbo per loro è la loro semplicità, che li rende molto più facili da ripartire se qualcosa va storto. Foto: Reid Massone

Le motoslitte vintage a due tempi semplicemente non sono affidabili come spiega Allen le loro controparti moderne a quattro tempi, e non solo perché sono vecchie. Mantenerli in funzione richiedeva una manutenzione regolare e non si voleva allontanarsi troppo da casa anche quando erano nuovi.

“Se avessi 10 persone in un gruppo avresti aspettato che tutti si mettessero in moto, perché non eri mai sicuro se avrebbero iniziato o meno”, ricorda Allen. “Ora devi solo iniziare, decollare e andare – è raro vederne uno bloccato sul ciglio del sentiero.”

Una cosa che le vecchie motoslitte hanno in serbo per loro è la loro semplicità, che li rende molto più facili da ripartire se qualcosa va storto.

“Puoi armeggiare con loro”, spiega Allen, notando che se una moderna motoslitta si guasta sul sentiero, il conducente può fare poco. “Se non iniziano il percorso ora, non inizieranno”.

Seguin limita anche le sue antiche motoslitte a terreni privati ​​e viaggi più brevi e afferma che è comune tra gli appassionati.

“È una sfida mantenere quella cosa in funzione, perché è una macchina più vecchia e un po’ più schizzinosa”, dice Seguin. “Il solo fatto di uscire e tornare da me è un successo”.

Come Allen, ammira la semplicità e la durata delle macchine più vecchie.

“È incredibile smontarli e guardare tutto l’hardware”, afferma Seguin. “I dadi e i bulloni sono ancora quasi come nuovi.”

“Rispetto alle cose che vedi oggi, tutto era così ben fatto e la qualità c’è. Quelle sono slitte di 50 anni e tutto su di esse è ancora praticabile”.

Le slitte più vecchie fanno girare la testa, parti difficili da trovare

“La gente nota”, dice Seguin, di essere continuamente interrogato sul suo John Deere 295-S e sullo Scorpion Stingerette di sua moglie, la prima motoslitta progettata per attrarre le donne.

La Scorpion Stingerette è stata la prima motoslitta progettata per attrarre le donne ed è stata fornita con un cappuccio e un sedile rosa scintillante. Foto inviata

“Era arrivato con un cappuccio rosa scintillante e un sedile rosa scintillante”, ride Seguin. “Fa girare la testa come un matto.”

Con l’aumentare della popolarità, collezionare motoslitte antiche e vintage – e in particolare trovare parti – è diventato più difficile e costoso.

“Oggi le persone non accumulano solo parti, ma raccolgono”, afferma Seguin, che cerca in tutto il Nord America per trovare ciò di cui ha bisogno. “Le persone che sono coinvolte in questo sono davvero interessate.”

Consiglia di elaborare un budget e iniziare con una motoslitta vintage di base. Le slitte Bombardier dalla metà degli anni ’70 alla metà degli anni ’80 sono le meno costose e si può ancora trovare un esempio decente e funzionante per circa $ 1.000.

Una volta trovata una slitta, il passo successivo è semplicemente guidarla..

“Tutta la famiglia può partecipare”, dice Seguin. “Abbiamo sentieri sul retro della mia casa che le persone possono percorrere e collegare”.

Mi piace davvero quell’aspetto di stare con le persone e di stare fuori”.

Scott Allen con alcune delle sue motoslitte antiche e vintage, insieme a una macchina moderna. Foto: Reid Massone

Roch Seguin (a destra) sulla sua slitta da corsa John Deere 295-S del 1974, insieme a un altro appassionato di cui ha restaurato la motoslitta John Deere. Seguin field chiama da tutto il Canada da persone che cercano il suo aiuto per trovare parti di motoslitte John Deere. Foto inviata





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano