Vai al contenuto

La marijuana è legale in India? – Spiegazione delle leggi sull’erba

Elizabeth Warren Cannabis - Serie Front Runner 2020

La marijuana è legale in India? – Spiegazione delle leggi sull’erba

L’India ha segnato gran parte del corso della storia umana, con risultati scientifici e meraviglie culturali, distinti da molti dei loro vicini geografici. Hanno sviluppato cucine raffinate ed eretto monumenti che hanno ottenuto lo stesso apprezzamento delle loro controparti europee. Ma per le meraviglie, c’erano spargimenti di sangue e imperialismo imposti alla nazione. In molti modi, è stato l’imperialismo a disarmare l’India di qualcosa di grande culturale, religioso e botanico significato. Vedere, la cannabis cresce nativa in India, e per quasi tutta la storia dell’India è stata ampiamente utilizzata. Fino al 1985, quando il presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan’s Guerra alla droga ha rivolto lo sguardo dagli Stati Uniti al mondo, spingendo l’India a criminalizzare la cannabis. Su fino al 1985la marijuana era legale in India.

è la marijuana legale in India

Dichiarazione di non responsabilità: non possiamo garantire l’accuratezza di questo articolo al momento della lettura. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali informazioni inesatte.

Leggi sulla marijuana dell’India

Mentre gran parte del mondo si è affrettato ad abbracciare la cannabis in questa nuova era, l’India no. Dall’attuazione della L Legge sugli stupefacenti e sulle sostanze psicotrope (NDPSA) nel 1985, la cannabis è rimasta una sostanza rigorosamente applicata. Il possesso di quantità “piccole” comporta fino a 6 mesi di reclusione o una multa di 10.000 rupie (circa $ 130 USD), o entrambi.

Leggi Avanti:
Leggi sull’erbaccia del Vietnam

Con importi superiori a “piccoli” ma inferiori a “commerciali” si guadagna fino a 10 anni di reclusione con una multa fino a 1 lakh rupie ($ 1300 USD). Tutto ciò che è considerato un importo negoziabile o “commerciale” è punito con la reclusione fino a 20 anni (minimo 10 anni). Questo potrebbe anche comportare una multa fino a 2 lakh rupie (minimo 1 lakh rupie).

Allora quali sono queste quantità? Bene, secondo l’Agenzia delle Entrate sito web del governo:

  • Piccola quantità = 1 kg (2,2 libbre)
  • Quantità commerciale = 20 kg (44 libbre)

Implementate per arginare la marea di narcotici illegali, queste leggi si sono rivelate inefficaci. Di quelli accusati secondo l’NDPSA, solo il 2% della cifra eccedente costituisce spacciatori e trafficanti. Un totale dell’88% di quelli addebitati nell’ambito dell’NDPSA sono utenti.

Alternativa alla cannabis

Sebbene sia illegale, una forma di cannabis, chiamata Bhang, può ancora essere acquistata in alcune località dell’India. Bhang è una pasta a base di cannabis macinata e aggiunta ai piatti. In genere viene consumato durante eventi culturali e festività. Poiché si ritiene che Bhang abbia un significato culturale, non è proibito come la cannabis.

Curiosità: l’India è l’origine della parola ganja, non la Giamaica

Marijuana Medica In India

Mentre per scopi ricreativi, la cannabis rimane illegale, il futuro della marijuana medica legale inizia a sembrare roseo per l’India. Nel 2017, il governo indiano ha consentito il ricerca legale della cannabis medicinale iniziare. Il governo ha concesso una licenza per la coltivazione di cannabis medicinale al Council of Scientific and Industrial Research (CSIR), collaborando con i produttori di canapa Bombay Hemp Company (BOHECO). Questa licenza di coltivazione ha consentito a CSIR e BOHECO di produrre cannabis grezza di grado medico per l’uso nella ricerca e sviluppo di cannabis medicinale.

Il vittoria più recente sulla strada della legalizzazione di cannabis medicinale è stato nel 2019, quando iniziarono le prove umane per il trattamento della marijuana medicinale per i malati terminali di cancro. Ai pazienti sono stati forniti trattamenti a base di cannabis per il dolore e altri sintomi sinonimo di cancro. Il processo è stato un successo con i partecipanti che hanno riportato effetti positivi.

L’India vuole la marijuana legale?

Diversi politici indiani hanno espresso la loro voce forte sostegno per la legalizzazione della cannabis. Inoltre, nel luglio del 2019, l’Alta Corte di Delhi ha esaminato una petizione per la legalizzazione presentata dal Grande Movimento di Legalizzazione India (GLM), un gruppo che si batte per la legalizzazione della cannabis.

Imparentato:
Weed In Austria – Parlando con una persona del posto

I quartieri più conservatori dell’India sono fermamente contrari a consentire la legalizzazione della cannabis. Dopo aver preso visione della petizione del GLM, l’Alta Corte di Dehli espresso preoccupazione dell’abuso di droghe, un punto di discussione comune tra i politici conservatori contrari alla legalizzazione.

Il futuro dell’India con l’erba

Con la ricerca e le sperimentazioni mediche in corso, e i politici comodamente espliciti a sostegno, è probabilmente una questione di tempo prima che si veda la legalizzazione. Con condizioni perfette per la produzione industriale, un mercato globale in crescita e la reputazione di potenza economica, l’India ha tutte le ragioni per considerare seriamente il mercato legale della marijuana.

#marijuana #legale #India #Spiegazione #delle #leggi #sullerba

https://thethctimes.b-cdn.net/wp-content/uploads/2020/07/is-marijuana-legal-in-India.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItaliano