Vai al contenuto

La contea di Santa Barbara approva la seconda “crescita” di cannabis per l’agricoltura della costa centrale

La contea di Santa Barbara approva la seconda "crescita" di


Una “coltivazione” di cannabis di 24 acri su Santa Rosa Road di proprietà di John De Friel, un leader del settore della contea del nord, è stata approvata questa settimana per i permessi di zonizzazione dal consiglio dei supervisori della contea tra violazioni irrisolte della qualità dell’aria, rapporti contraddittori sull’acqua proposta fornitura, e riferimenti a “errori e false dichiarazioni” resi dall’avvocato di De Friel in una precedente udienza.

Martedì, la Santa Barbara Coalition for Responsible Cannabis, un gruppo a livello di contea che sostiene una regolamentazione più rigorosa del settore, ha affermato che i pozzi per l’agricoltura della costa centrale, situati lungo il fiume Santa Ynez al 5645 di Santa Rosa Road, attirerebbero acqua da sotterranei ruscelli che riempiono il fiume. Il Consiglio statale per il controllo delle risorse idriche vieta l’uso di tale acqua per la coltivazione della cannabis tra il 1 aprile e il 31 ottobre.

“Questo sito non può sostenere la quantità di superficie che gli viene proposta”, ha detto al consiglio Marc Chytilo, un avvocato della coalizione.

Un’operazione di cannabis di 24 acri al 5645 di Santa Rosa Road a ovest di Buellton è stata approvata 3-1 dal consiglio dei supervisori della contea questa settimana. | Credito: agricoltura della costa centrale

De Friel aveva originariamente rivendicato i diritti sull’acqua del fiume sia per 5645 Santa Rosa che per 8701 Santa Rosa, dove possiede un impianto di lavorazione e 30 acri di cannabis, ma l’anno scorso ha annullato quelle domande al consiglio di stato. Martedì il suo team e i pianificatori della contea hanno detto ai supervisori che lo stato aveva autorizzato l’uso tutto l’anno dei pozzi della costa centrale, confermando che non erano collegati al fiume.

Il team di De Friel ha anche affermato che il consumo medio quinquennale di acqua per la cannabis al 5645 di Santa Rosa era dell’82% inferiore a quello che avevano utilizzato le colture a filari precedenti. Chytilo e il distretto di conservazione dell’acqua del fiume Santa Ynez hanno contestato queste cifre, dicendo che hanno sottovalutato drasticamente ciò di cui probabilmente il progetto avrebbe bisogno. Ma De Friel ha detto al consiglio che stava usando l’irrigazione con “nastro gocciolante” e il pacciame di plastica e l’irrigazione una volta alla settimana, al massimo, da un pozzo misurato, battendo tutti gli altri nel settore per il basso consumo di acqua.

“Abbiamo anni di dati su questo ora ed è ‘composto'”, ha detto.

“Storia preoccupante”

I soprintendenti hanno approvato i permessi per le operazioni di De Friel a 8701 Santa Rosa lo scorso maggio. Sulla scia di tale approvazione, Chytilo ha ricordato martedì, il distretto di controllo dell’inquinamento atmosferico di Santa Barbara ha scoperto che De Friel aveva utilizzato 14 generatori diesel a 8701 Santa Rosa Road per mesi e mesi, in violazione delle regole distrettuali e dell’ordinanza sulla cannabis della contea. Ciò era in aggiunta a due generatori diesel illegali al 5645 di Santa Rosa, uno dei quali ha funzionato per 301 giorni. L’ordinanza della contea sulla cannabis vieta l’uso di generatori tranne in casi di emergenza.

La maggior parte dei generatori, compresi i due al 5645 di Santa Rosa, sono stati rimossi da allora, ha detto il distretto questa settimana, ad eccezione di due grandi generatori che funzionano ancora al 8701 di Santa Rosa in violazione delle regole sulla qualità dell’aria. Nel frattempo, sono ancora in corso le trattative per determinare le multe distrettuali per le violazioni.

Martedì, la coalizione ha fatto appello al consiglio per annullare l’approvazione da parte della Commissione di pianificazione della contea del progetto Central Coast a 5645 Santa Rosa. Chytilo ha ricordato ai supervisori che il team di De Friel aveva fuorviato la commissione affermando che il Terlato Wine Group, proprietario della Sanford Winery & Vineyards, che si trova rispettivamente a 4.500 e 1.500 piedi a sud-ovest della costa centrale, non era contrario al progetto.



Infatti, dopo che i proprietari di Sanford si sono opposti, Matt Allen, l’avvocato di De Friel, ha scritto una lettera alla commissione “per correggere eventuali inesattezze e false dichiarazioni” che aveva fatto, aggiungendo che “potrebbe aver fuorviato la commissione e influenzato la sua decisione”. Mentre De Friel ha un accordo confidenziale con il Terlato Wine Group, ha scritto Allen, il gruppo “fa non sostenere infatti il ​​progetto”.

Questa settimana, in una lettera al consiglio di contea, John Terlato ha affermato che lui e la sua famiglia condividevano le preoccupazioni della coalizione e volevo prevenire qualsiasi “sforzo per minimizzare le nostre continue preoccupazioni con questo progetto”.

“Ci opponiamo alla coltivazione della cannabis in prossimità della nostra sala di degustazione e dei vigneti”, ha affermato. “Sappiamo dalla coltivazione passata in questo sito che gli odori emanati da queste coltivazioni hanno un impatto sulla nostra attività”.

Martedì, la maggioranza del consiglio ha messo da parte queste preoccupazioni, votando 3-1 per approvare i permessi di zonizzazione per l’operazione di De Friel al 5645 di Santa Rosa, che è stata considerata “legale, non conforme” per più di cinque anni.

“Il problema dell’acqua è chiaro come il fango”, ha detto il supervisore Das Williams di Carpinteria. “Questo è inquietante per me, ma devo fidarmi delle autorità di regolamentazione”.

John De Friel, centro, proprietario e CEO di Central Coast Agriculture, possiede una seconda attività di cannabis autorizzata a 8701 Santa Rosa Road. | Credito: Cortesia

Il supervisore Steve Lavagnino di Santa Maria ha dichiarato: “Abbiamo approvato siti molto più grandi che utilizzano fonti d’acqua come questa”.

Per quanto riguarda le violazioni della qualità dell’aria, il supervisore Gregg Hart di Goleta ha affermato: “C’è una storia passata che è preoccupante”. Ma il modo migliore per affrontare tali problemi, ha detto, era concedere a De Friel un permesso con condizioni che potessero essere applicate.

Il supervisore Joan Hartmann, che rappresenta gran parte della regione a ovest di Buellton dove la cannabis si è trasferita nella regione del vino, ha espresso l’unico voto contrario al progetto, dicendo: “Influisce sul flusso del fiume”.

“Siamo in una mega-siccità di 1.200 anni che non abbiamo mai visto prima nella nostra storia, e non sono sicuro di cosa abbia davvero considerato il consiglio statale per l’acqua”, ha detto Hartmann. “Sono venuti qui o stanno solo elaborando la carta?”

Hartmann ha affermato che anche se De Friel era diventato un “leader nel mondo della cannabis nella contea del nord, sfortunatamente è stato un leader con una storia piuttosto travagliata”.

«Sarò la persona strana qui fuori», disse.

Il supervisore Bob Nelson di Orcutt era assente per la votazione di martedì.


Melinda Burns, ex del Santa Barbara News-Stampa, è un giornalista investigativo con 40 anni di esperienza nel settore dell’immigrazione, dell’acqua, della scienza e dell’ambiente. Come servizio alla comunità, offre i suoi rapporti a più pubblicazioni locali, allo stesso tempo, gratuitamente.


Supporta il Santa Barbara Indipendente attraverso un contributo a lungo termine o un unico contributo.




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItaliano