Vai al contenuto

Iscrizione CRP: raschiare il fondo del barile



Iscrizione CRP: raschiare il fondo del barile

27 maggio 2022


Per più di 35 anni, il Conservation Reserve Program (CRP) del Farm Bill ha pagato agricoltori e proprietari terrieri per togliere dalla produzione agricola le terre altamente erodibili e altre sensibili dal punto di vista ambientale e iscriverle invece a pratiche di conservazione.  Attraverso il CRP, l'USDA paga gli agricoltori per mettere da parte la terra per la copertura di erba o alberi per un periodo di 10 o 15 anni.  A maggio, la Farm Service Agency ha annunciato di aver accettato oltre 2 milioni di nuovi acri nella registrazione generale CRP FY22.  Ciò includeva più di 1,75 milioni di acri reimmatricolati, oltre l'85% del totale accettato.
Credito fotografico: USDA

Da più di 35 anni, Farm Bill’s Programma di riserva di conservazione (CRP) ha pagato agricoltori e proprietari terrieri per togliere dalla produzione agricola le terre altamente erodibili e altre sensibili dal punto di vista ambientale e iscriverle invece a pratiche di conservazione. Attraverso il CRP, il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) paga gli agricoltori per mettere da parte la terra per l’erba o la copertura degli alberi per un periodo di 10 o 15 anni. Questo periodo di riposo aiuta a mantenere il suolo in posizione, prevenire l’inquinamento dell’acqua e creare habitat utili per la fauna selvatica e gli impollinatori.

Questo maggio, l’Agenzia dei servizi agricoli annunciato di aver accettato oltre 2 milioni di nuovi acri nella registrazione generale CRP FY22. Ciò includeva più di 1,75 milioni di acri reimmatricolati, oltre l’85% del totale accettato.

Registrazione generale CRP

Storicamente, le iscrizioni generali si sono verificate ogni volta che l’USDA ha stabilito che c’era una domanda sufficiente e acri disponibili per giustificare un’iscrizione generale. Secondo i termini del Farm Bill del 2018, tuttavia, l’USDA è stato incaricato di tenere un’iscrizione generale ogni anno.

Per molti proprietari di fattorie orientati alla conservazione, il CRP può fornire uno sgravio finanziario tanto necessario e fungere da ancora di salvezza ambientale. Molti agricoltori sentono la pressione di piantare su terreni marginali e altamente erodibili al fine di massimizzare il rendimento dei loro seminativi. Questa è una decisione finanziaria comprensibile e a breve termine, ma può avere effetti dannosi a lungo termine sulla salute dell’azienda agricola e dell’ambiente circostante e spesso può effettivamente ridurre i profitti per acro.

Per servire al meglio i produttori salvaguardando le risorse naturali condivise e gli investimenti dei contribuenti, l’USDA deve gestire la CRP in modo da massimizzare i benefici ambientali. A tal fine, i candidati vengono classificati utilizzando l’Environmental Benefits Index (EBI) per aiutare a determinare quanto bene ecologico crea ogni offerta. Il punteggio massimo possibile è 545 e ogni iscrizione include un punteggio minimo richiesto per qualificarsi per l’iscrizione.

L’iscrizione generale del 2021 ha visto punteggi EBI minimi richiesti storicamente di 175 e 165 in stati selezionati. Ciò significa che la registrazione del 2021 ha creato vantaggi ambientali per acro molto inferiori rispetto alle registrazioni precedenti. Purtroppo, la recente registrazione nel 2022 è stata solo leggermente migliore, con 184 e 174 utilizzati come punteggi minimi EBI. Nel loro insieme, queste iscrizioni più recenti utilizzano i punteggi minimi EBI più bassi nella cronologia del programma, per classificare le applicazioni CRP.

Descrizione tabella generata automaticamente

La National Sustainable Agriculture Coalition (NSAC) è allarmata nel vedere questa nuova tendenza a spendere dollari pubblici per la conservazione di bassa qualità. L’NSAC ritiene che sia un tentativo fallito di raggiungere il limite di 25,5 milioni di acri per il CRP nel suo insieme. Ci auguriamo che l’amministrazione lavori per solide iscrizioni ad altre registrazioni CRP quest’anno, come la registrazione continua e il programma di miglioramento della riserva di conservazione (CREP). Questi promettono maggiori benefici ambientali per acro iscritto rispetto alle offerte accettate alla registrazione generale che superano una barra ambientale così bassa. Per le future iscrizioni generali, incoraggiamo l’amministrazione a invertire questa tendenza e a utilizzare un punteggio EBI minimo più alto per garantire che gli acri di valore ambientale completino il programma CRP.


Categorie:
Giostra, Conservazione, energia e ambiente, Borse di studio e programmi




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano