Vai al contenuto

Il ministro dell’agricoltura del lavoro Murray Watt conferma che il divieto di esportazione di pecore vive si applicherà all’aria e al mare

Il ministro dell'agricoltura del lavoro Murray Watt conferma che il divieto di esportazione di pecore vive si applicherà all'aria e al mare


Il ministro dell’Agricoltura Murray Watt ha confermato che il governo australiano vieterà le esportazioni di pecore vive sia per via aerea che marittima.

“Onoriamo gli impegni che prendiamo, sia in questo campo che in qualsiasi altra cosa”, ha detto.

Settimane prima delle elezioni federali, il Labour ha confermato il suo piano per porre fine al commercio di pecore vive in Australia da 92 milioni di dollari, che sosteneva fosse in declino da 20 anni.

Parlando con la ABC, il senatore Watt ha confermato che il divieto sarebbe all-inclusive, coprendo le esportazioni sia via mare che via aerea.

I dati del Dipartimento dell’agricoltura, dell’acqua e dell’ambiente mostrano che 552.957 pecore sono state esportate via mare nel 2021, mentre le esportazioni aeree hanno rappresentato 22.572, con una mortalità registrata.

Ma il senatore Watt ha affermato che il governo non aveva un lasso di tempo prestabilito per eliminare gradualmente l’industria.

“Riconosciamo che è necessaria una consultazione con l’industria, con i governi statali competenti e un intero gruppo di altre parti interessate sull’eliminazione graduale. Non è qualcosa che si fa dall’oggi al domani”, ha affermato.

Immagine di centinaia di pecore tenute in una stalla all'aperto, in attesa di esportazione.
L’opposizione non ha delineato quanto tempo ci vorrebbe per eliminare gradualmente il commercio.(Notizie ABC: Hugh Sando)

Ciò che è accaduto durante la notte 11 anni fa è stato il sospensione dell’esportazione di bovini vivi in ​​Indonesiaportando molti a temere che il divieto di esportazione di animali vivi venga esteso ai bovini.

Ma il nuovo ministro dell’Agricoltura ha insistito che non era così.

I commenti del ministro sulle esportazioni aeree sono stati una sorpresa per l’amministratore delegato dell’Australian Livestock Exporters Council Mark Harvey-Sutton, che ha affermato che avrebbe chiesto ulteriori chiarimenti.

“Se è vero, penso che indichi ulteriormente la natura non necessaria della politica”, ha affermato Harvey-Sutton.

“Le prestazioni aeree sono uno dei modi migliori per trasportare il bestiame in giro. Quindi, cercare di implementare una graduale eliminazione di ciò che mi colpisce è completamente inutile”.

Un gruppo di pecore in un recinto su una nave da esportazione dal vivo.
Nel 2021, 22.572 pecore sono state esportate per via aerea con una mortalità registrata. (In dotazione: esportazione rurale e commercio WA)

L’industria spera nel cambiamento

Il signor Harvey-Sutton ha affermato di sperare ancora che l’industria possa far cambiare idea al governo federale.

“Che cosa [Senator Watt is] dire è una corretta articolazione della politica che il Labour ha adottato per le elezioni. Ma quello che so è che ha sottolineato la necessità di lavorare con l’industria. Ha sottolineato il fatto che non esiste una linea temporale per tale eliminazione graduale”, ha affermato.

Il signor Harvey-Sutton ha affermato che con l’industria che opera principalmente al di fuori dell’Australia occidentale, c’è spazio per ulteriori discussioni con il premier laburista Mark McGowan, che ha affermato di aver espresso il sostegno all’industria.

Nel frattempo, il nuovo ministro dell’Agricoltura ha detto che ci sono opportunità per guardare più da vicino a casa per la lavorazione della carne.

“Voglio vedere cos’altro possiamo fare per portare l’agricoltura australiana più in alto nella catena del valore”, ha affermato.

“Ovviamente vogliamo produrre le migliori materie prime del mondo, siano esse carne di manzo, agnello, colture, qualsiasi cosa, ma vogliamo anche assicurarci di trasformarle nei migliori prodotti.

“Quindi, dove ci sono opportunità per espandere la lavorazione della carne a terra, sarei davvero entusiasta di raccoglierle”.

Alla base del divieto di esportazione di pecore c’era il declino generale del settore, ha affermato.

Le pecore stanno in una mangiatoia guardando la telecamera.
Pecore destinate all’esportazione in Kuwait in un feedlot di quarantena pre-esportazione a Fremantle.(In dotazione: Australian Live Export Council)

Ma il signor Harvey-Sutton ha affermato che i volumi potrebbero diminuire e fluire nel tempo ed era un approccio troppo semplicistico per porre fine a un commercio basato su volumi in calo.

“Manda un messaggio estremamente scadente”, ha detto.

“Che tipo di precedenti ha questo set? Se sei un settore in declino, perché preoccuparti?

“[It would say] non importa la sicurezza alimentare, non importa gli agricoltori che fanno affidamento su di esso, lo chiuderemo”.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano