Vai al contenuto

il ministro dell’Agricoltura atteso nel Gers questo lunedì per sostenere i viticoltori

Marc Fesneau, le ministre de l'Agriculture lors d'une visite (illustration)


Dopo la grandine nel 2020 e le gelate nel 2021, venerdì la grandine ha colpito ancora una volta i viticoltori del Gers. Chicchi di grandine di diversi centimetri sono caduti su una parte del vigneto di Armagnac. “Questo corridoio di grandine ha seguito l’intero confine Lando-Gers e si stima che siano stati colpiti tra i 4.000 e i 5.000 ettari di vite e diverse decine di migliaia di ettari di colture nel Gers”ha affermato il presidente della Camera dipartimentale dell’agricoltura, Bernard Malabirade.

Marc Fesneau, ministro dell’agricoltura e della sovranità alimentare, è atteso lunedì 6 giugno a Castelnau-d’Auzan, a nord di Eauze, con i viticoltori duramente colpiti da questi episodi. Viene annunciato il ministro alle 12:30 presso il Domaine de Danis appartenente alla famiglia Piquemal. Per le 13 è previsto un momento di confronto con diversi viticoltori. Viaggio espresso per Marc Fesneau che partirà alle 14, indica il suo ministero.

Dovrebbe essere dichiarato lo stato di calamità naturale

Il dispositivo di calamità agricole dovrebbe essere innescato in alcuni settori, lo stato di calamità naturale dovrebbe essere decretato a fine settimana. Questa domenica, Marc Fesneau ha indicato che i servizi statali stavano “valutando” le perdite, “territorio per territorio per fare le cose sul serio e che possiamo mettere in atto gli strumenti” per aiutare gli agricoltori.

Per visualizzare questo contenuto di Twitter, devi accettare i cookie Social networks.

Questi cookie consentono di condividere o reagire direttamente sui social network a cui si è collegati o di integrare contenuti inizialmente pubblicati su questi social network. Consentono inoltre ai social network di utilizzare le tue visite ai nostri siti e applicazioni a fini di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Autorizzo

Gestisci le mie scelte

fbq('init', '188365081922073'); fbq('track', 'PageView');



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano