Vai al contenuto

Il divieto di foie gras del Consiglio di New York City ha aumentato le vendite fino al 30%.

Il divieto di foie gras del Consiglio di New York


Il consiglio comunale di New York recente mossa per vietare il foie gras è servito solo a vendere l’oca per la delicatezza grassa, afferma l’industria.

Dal voto di novembre, le vendite del burro d’oca e del fegato d’anatra sono aumentate dal 20% al 30%, secondo agricoltori, distributori e chef che affermano che la notizia del divieto ha solo aiutato a ricordare ai clienti quanto lo amano.

“Una volta che la gente lo legge, chi ama il foie gras o lo mangia occasionalmente dice: ‘Andiamo a prenderci del foie gras.’ È quasi una dichiarazione politica per i politici: stai lontano dalla mia tavola”, ha affermato Georgette Farkas, proprietaria della Rotisserie Georgette nell’Upper East Side di Manhattan.

“Il giorno in cui i newyorkesi seppero del divieto, ogni singolo tavolo ordinava il foie gras. Anche al bar”, ha intervenuto Marco Moreira, l’executive chef e proprietario del ristorante francese Tocqueville vicino a Union Square.

Moreira ha affermato che le vendite di foie gras, che in francese significa fegato grasso, sono aumentate del 25%, inclusa una recente festa privata al ristorante che ha visto piatti di foie gras serviti a 70 ospiti.

“Le persone sono impegnate affinché altre persone possano decidere cosa possono e cosa non possono mangiare. È ridicolo!” Moreira fumava. “Inoltre, sarai ancora in grado di guidare la tua auto nel New Jersey, nel Massachusetts e nel Connecticut per acquistarla.”

Ariane Daguin, fondatrice di D’Artagnan, una società nazionale di distribuzione di carne e selvaggina con sede nel New Jersey, ha affermato che le sue vendite a New York City ai migliori ristoranti sono aumentate del 30% da quando è stata annunciata la legge. I suoi attuali chef, tra cui Daniel Boulud di Daniel; Daniel Rose di Le Coucou; e David Chang di Momofuku, hanno aumentato i loro ordini.

Ma anche i nuovi chef più giovani hanno iniziato a ordinare e mettere il foie gras nei loro menu, come Jason Atherton di The Clocktower, ha detto.

I membri del consiglio comunale hanno vietato il processo per la coltivazione del foie gras, noto come alimentazione forzata, sostenendo che è disumano ed equivalente alla tortura. Gavage prevede che anatre e oche vengano alimentate forzatamente con tubi in gola tre volte al giorno per 12 settimane per ingrassare i loro fegati.

Il divieto è stato sponsorizzato dalla consigliera di Manhattan Carlina Rivera, che ha detto a The Post che i fegati grassi possono ancora essere acquistati e venduti fino al 2022 per dare alle fattorie e ai distributori il tempo di adattarsi.

Un piatto di <a href=foie gras a Tocqueville.” width=”661″ height=”441″ srcset=”https://nypost.com/wp-content/uploads/sites/2/2019/12/122719chefaw07.jpg?quality=75&strip=all&w=1322 1322w, https://nypost.com/wp-content/uploads/sites/2/2019/12/122719chefaw07.jpg?quality=75&strip=all&w=991 991w, https://nypost.com/wp-content/uploads/sites/2/2019/12/122719chefaw07.jpg?quality=75&strip=all&w=661 661w, https://nypost.com/wp-content/uploads/sites/2/2019/12/122719chefaw07.jpg?quality=75&strip=all&w=330 330w, https://nypost.com/wp-content/uploads/sites/2/2019/12/122719chefaw07.jpg?quality=75&strip=all 1024w” sizes=”(max-width: 661px) 100vw, 661px”/>
Un piatto di foie gras a Tocqueville.Annie Wermiel/Posta di New York

Rivera ha anche affermato che la legge non eliminerà il foie gras tanto quanto il metodo di alimentazione forzata e che incoraggia tutte le aziende produttrici di foie gras a perseguire altri metodi di produzione che saltano i tubi della golacome quelli fatti dagli agricoltori in Spagna che utilizzano alimenti ad alta densità.

Tuttavia, Rivera e gli altri legislatori che hanno sostenuto il disegno di legge sono in lotta.

All’inizio di questo mese, Hudson Valley foie gras e La Belle Farms hanno presentato petizioni al Dipartimento dell’agricoltura e dei mercati dello Stato di New York, affermando che il divieto è una “restrizione irragionevole” per le loro fattorie.

“Abbiamo chiesto allo stato di dichiararlo incostituzionale”, ha affermato Marcus Henley, manager dell’Hudson Valley foie gras, una fattoria di 200 acri che alleva anatre. “Intendiamo sfidare il divieto di foie gras della città davanti ai tribunali statali e federali”.

Henley ha affermato che 400 agricoltori perderanno il lavoro e che “la devastazione finanziaria per le fattorie e [Sullivan] contea è enorme”.

Negli Stati Uniti, solo la California ha bandito con successo il foie gras. Ma la Corte Suprema degli Stati Uniti ha rifiutato di ascoltare un caso che cercava di annullare il divieto, lasciando in vigore una decisione della corte d’appello federale del 2017 che confermava la legge.

I newyorkesi hanno maggiori possibilità di batterlo in gran parte perché la legge è stata tramandata dalla città, che non ha il controllo su ciò che mangiano le persone, ha affermato Robert Bookman, un avvocato specializzato in questioni normative municipali e statali.

“È una schiacciata”, ha detto. “La città ha un potere ampio e vago per proteggere la salute e il benessere dei suoi residenti e questo non ha nulla a che fare con questo”.

Se il fegato grasso sarà bandito nel 2022, gli chef affermano che non sostituiranno il normale paté, che è fatto di pollame, selvaggina, manzo, frutti di mare, agnello, maiale o verdure macinate in una pasta e condite.

“Se si verifica il divieto di foie, non venderò il paté”, ha affermato lo chef Sung Park di Ivy Lane. “Il paté di fegato d’anatra non è come il foie gras. La ricchezza, la dolcezza e la consistenza fanno una grande differenza e il normale fegato d’anatra non ha le stesse qualità”.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano