Vai al contenuto

I sistemi idroponici che uso: vediamo il sistema Kratky ed il sistema (R)DWC

I sistemi idroponici che uso: vediamo il sistema Kratky ed il sistema (R)DWC



Vediamo i sistemi idroponici piu’ indicati per gli ortaggi a foglia: Kratky e (R)DWC.
Elenchiamo vantaggi e svantaggi, e vediamo alcuni dettagli costruttivi.
Questi sistemi sono particolarmente indicati per la crescita di insalate / lattughe, porri e basilico. Sono semplici da realizzare e pratici da gestire sin tanto che si impiegano per la crescita di orrtaggi a foglia. Bisogna stare attenti a contenere le temperature per evitare il root rot (marciume radicale) e a sigillare le vasche per evitare che diventino terreno riproduttivo per le zanzare.

source

16 commenti su “I sistemi idroponici che uso: vediamo il sistema Kratky ed il sistema (R)DWC”

  1. Sei un mito, complimenti, Fantastiche le radici di quelle zucchine.
    Tu dici che nel sistema kratky diventa dispendioso cambiare il tipo di soluzione durante la coltivazione delle piante, perché bisognerebbe buttare via la soluzione.
    Vedendo però vari video sul funzionamento del sistema flusso e deflusso o del sistema dei secchi olandesi o del sistema tubi Mi pare che anche quei sistemi non rendono agevole il cambio del tipo di soluzione fertilizzante e che comunque si debba buttare via parecchia soluzione ugualmente.
    Io uso il kratky per piante da fiore e mi trovo benissimo, bisogna stare attentissimi al livello dell acqua quando si rabbocca ma una volta capito va che é un piacere.

  2. Ciao Luca, complimenti per il gruppo idroponica che stai creando, ognuno porta le sue idee, le sue creazioni, Bellissima iniziativa .
    Dammi un consiglio .Ho la possibilità di reperire gratuitamente, una decina di bottiglioni in plastica da 18/20 litri, per capirci quelli che si usano negli uffici capovolti sottosopra sugli appositi distributori con acqua da bere.
    Essendo plastica per alimenti, pensavo di utilizzarli in qualche modo per un piccolo impianto collegando i dieci fusti in serie.
    Tagliando il bottiglione a 10/15 cm sul cono potrebbe essere un’idea utilizzarli ???

  3. Sono esterrefatto. So di non capirci quasi niente. Ma ti volevo chiedere una cosa.
    Ho compreso dalle tue spiegazioni che uno dei migliori sistemi (economicità e praticità) è il Kratky. Premesso questo. Vorrei chiederti. Diversificare i recipienti dove sciogliere la soluzione idroponica per realizzare più colture è una mossa intelligente? Cerco di spiegarmi. Su un balconcino , con poco spazio, (piu per curiosità che altro) posso coltivare insalate a foglia, zucchine , fragole e pomodori , separando i secchi Kratky? Dedicherei le soluzioni idroponiche ad ogni coltura? Che ne dici?

  4. Buongiorno Lucas
    sono nuovo e sto tentando anche io di intraprendere la coltura idroponica , quindi sono senza esperienza . Ho realizzato un secchio con un aeratore 12 v con soluzione idroponica utilizzando fertilizzanti GHE . Per avere un confronto sulla qualità e l'efficacia dell'idroponica ho piantato la stessa coltura in terra in un vaso vicino al mio secchio idroponico . Ho piantato pomodori datterini . Il tutto è su un balcone che riceve luce diretta dal sole nelle ore pomeridiane dalle 16.30 fino al tramonto . L'aeratore si attiva a cicli di 20 minuti ogni ora tramite timer programmabile . Il tutto con energia a costo 0 in quanto utilizzo un pannellino solare che alimenta una batteria . Con sorpresa però ho notato che la coltura in terra si sta sviluppando meglio rispetto all'idroponico . La soluzione che uso è secondo la tabella di riferimento in dotazione la seguente : per 10 lt di acqua 7 ml FLORA GROW , 7 ml FLORA MICRO e 7 ml FLORA BLOOM . Cosa c'è che non va ? . Cambio la soluzione una volta a settimana e controllo regolarmente PH che lo mantengo sui 5,8-6 ed EC che lo mantengo sui 1200 . Riesci a darmi qualche dritta ? Il secchio è coibentato ed i vasetti sono immersi per 1/4 nella soluzione . Stranamente le radici non crescono come dovrebbero .
    Avresti qualche dritta da darmi ?

    ANTONIO

  5. Ma la temperatura della soluzione se uso questo sistema all’esterno non arriverebbe a temperatura ambiente?e quindi in estate qui in Sicilia a 40ggradi? Oppure esiste un modo per tenerla più bassa anche se non c’è il ricircoli?

  6. Complimenti Lucas apprezzo tanto i tuoi video e le tue spiegazioni, complimenti. Volevo dirti se è possibile effettuare qualche trattamento all'argilla espansa edile per essere utilizzata nella coltivazione idroponica. Visti i costi dell'argilla espansa specifica e viste le quantità da utilizzare per una vasca flusso/deflusso ti chiedo se per caso conosci qualche metodo. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano