Vai al contenuto

I produttori francesi di foie gras sono stufi del divieto inasprito della California

I produttori francesi di foie gras sono stufi del divieto


MONTAUT, Francia (Reuters) – I produttori francesi di foie gras, la ricca prelibatezza di fegato a base di cereali per l’alimentazione forzata di anatre o oche, hanno denunciato il divieto del prodotto in California, dicendo di preparare il paté cremoso con umanità, seguendo tutte le regole .

La California ha formalmente bloccato la vendita e la produzione di foie gras (letteralmente “fegato grasso”) dal 2012. Tale divieto è stato ora rafforzato dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti ha rifiutato la scorsa settimana di ascoltare un ricorso presentato da agricoltori e chef. I trasgressori saranno multati fino a $ 1.000 se sorpresi a vendere il prodotto.

In Francia, che produce circa il 70 per cento del foie gras mondiale, gli allevatori e i produttori di fascia alta vedono un doppio standard, sostenendo che trattano bene gli animali, senza che vengano danneggiati durante il processo di ingrasso.

“Ognuno può pensare quello che vuole, ma so di essere orgoglioso di quello che faccio”, ha affermato Julien, un agricoltore di Montaut, nel sud-ovest della Francia, una delle principali regioni produttrici. Non ha fornito il suo cognome per paura di rappresaglie da parte degli attivisti per i diritti.

“Mi prendo davvero cura di loro perché, come ho detto, è così che mi guadagno da vivere. Se non mi occupo di loro non ho soldi alla fine del mese, non posso pagare i miei conti, quindi non c’è niente da guadagnare per me maltrattando gli animali”.

In California, gli attivisti per i diritti degli animali hanno scelto ristoranti di fascia alta che servono foie gras, denunciando il processo di produzione come un’inutile crudeltà verso gli animali.

L’Animal Legal Defense Fund degli Stati Uniti ha affermato che la decisione della Corte Suprema di non ascoltare l’appello dell’industria del foie gras ha rappresentato una “campana a morte” per il prodotto in California e risparmierebbe migliaia di anatre da “terribili sofferenze”.

L’alimentazione forzata, nota come “gavage”, comporta l’inserimento di un tubo di metallo nella gola degli animali, consentendo loro di consumare molto più grano di quello che mangerebbero naturalmente e ingrassando i loro fegati fino a 10 volte la dimensione normale.

Alcuni chef decorati, tra cui il francese Albert Roux, sono contrari al foie gras, non servendolo più nei loro ristoranti, mentre molte catene di supermercati non lo riforniranno.

Fabien Chevalier, amministratore delegato di Lafitte foie gras francese, ha affermato che la California ha sbagliato a vietare un prodotto che secondo lui era conforme alle normative igieniche globali ed era liberamente scambiato.

“Se non possiamo venderlo negli Stati Uniti, andremo altrove”, ha detto a Reuters. “Oggi i clienti asiatici adorano il nostro prodotto. Se prendiamo l’esempio del Giappone, è un’economia sviluppata, il Giappone è il secondo consumatore di foie gras al mondo”.

In Francia, il foie gras è stato riconosciuto come parte del “patrimonio culturale e gastronomico” della nazione dal 2006. Ma diversi paesi europei ne vietano la produzione, tra cui Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Germania e Gran Bretagna, e ci sono divieti simili in Australia e Argentina.

Scritto da Luke Baker; Montaggio di Alison Williams



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano