Vai al contenuto

Cosa c’è di nuovo in Antiquariato a Pratt? – Tribuna Pratt

What’s new in Antiques in Pratt?


Di Jennifer Stultz Editore

Due nuove insegne con il 114 E. 4° indirizzo per Antiquariato, esposto il sabato all’angolo tra 4th e Main Street (questo in una vecchia carriola) e un altro sul lato sud-est di First and Main a Pratt è circa moderno com’è per l’imprenditore Rick Mcdiffett. Ed è proprio così che gli piace.

“Siamo della vecchia scuola qui, un vero negozio di antiquariato”, ha detto.

“Non accettiamo carte di credito, solo contanti e buoni assegni. Più la merce è vecchia, più mi interessa”.

Mcdiffett e sua moglie, Dana, hanno sempre avuto un interesse per gli oggetti antichi e da collezione, qualcosa che hanno scoperto subito dopo essersi sposati e essersi imbattuti in una svendita.

“Abbiamo comprato un intero camion, un mucchio di scatole con vecchi oggetti in vetro, libri, mobili e vestiti, e poi lo abbiamo rivenduto per circa $ 700. È stato divertente”, ha detto McDiffett. “Lo facciamo da allora.”

Circa otto anni fa la coppia ha aperto il negozio di antiquariato, oggi unico nel suo genere, al 114 E. 4th a Pratt. Ogni tanto, come solo la scorsa settimana, rinfrescano la merce esposta nel negozio dalle loro collezioni a casa e in deposito. Si sono divertiti 30 anni a collezionare oggetti come cocci, vecchi giocattoli di metallo, targhette per veicoli antichi, macchine fotografiche, vetreria a depressione, mobili e altri oggetti unici che catturano la loro attenzione ovunque vadano. Le loro scoperte sono un tesoro da scoprire per i visitatori del loro negozio e qualcosa che trovano continuamente interessante.

“È solo un modo divertente per combinare lavoro e divertimento”, ha detto Mcdiffett. “Compriamo e vendiamo da gente del posto e, ogni volta che andiamo da qualche parte, troviamo sempre un centro commerciale o un negozio di antiquariato da visitare e vedere cosa c’è. È qualcosa che ci piace davvero fare insieme”.

I Mcdiffett hanno detto che apprezzano particolarmente la loro collezione di cocci, che vanno da 20 galloni a mezza pinta. Quando la collezione diventa troppo grande, ne portano un po’ al negozio in centro e li vendono. E se arriva qualcosa che si adatta al loro display, va a casa.

“Abbiamo almeno 30 cocci accatastati nel nostro soggiorno a casa, io e mia moglie li adoriamo”, ha detto Mcdiffett. “Ne abbiamo sempre diversi in vendita qui al negozio. Ci ricordano solo i buoni vecchi modi in cui le persone erano solite fare le cose. I cocci erano buoni per fare i crauti, per condire i prosciutti, tutti i tipi di cibo venivano preparati e conservati nei coccio”.

Mcdiffett ha detto che gli piacciono molto anche i mobili primitivi, in particolare i pezzi di pino o noce.

“Posso fare piccole riparazioni se necessario”, ha detto.

“Ma non mi piacciono i restauri in piena regola, mi piacciono solo i pezzi originali che si presentano in buone condizioni. Questo genere di cose ha un sacco di storia”. In questo momento, nella stanza sul retro del negozio di antiquariato a Pratt, Mcdiffett ha un esclusivo carrello ospedaliero degli anni ’30 con vassoi rimovibili e una manovella per sollevarlo o abbassarlo. Gli piace raccontare la storia degli articoli in vendita nel suo negozio, cosa che sua moglie ha detto che trascorre molto tempo a fare ricerche quando se ne presenta la necessità.

“Quando vende qualcosa, arriva quasi sempre con una storia su da dove viene, come l’ha ottenuto o cosa sappiamo al riguardo”, ha detto. “Ci godiamo davvero la storia dietro alcune di queste cose e ci piace trasmetterla”.

Sabato a Pratt, i clienti che entravano e uscivano dal negozio di antiquariato sulla 4a strada stavano comprando e vendendo merce che includeva utili articoli da cucina, stoviglie smaltate, vecchie bottiglie di vetro, libri, lattine e persino una vecchia macchina fotografica.

“Un amico stava ripulendo il suo garage e mi ha chiesto se fossi interessato a qualcosa”, ha detto Mcdiffett. “Certo che lo ero. Ho anche trovato una scatola originale di crema di grano del 1925 qui. Ora, dove altro potresti mai trovare qualcosa del genere? Lo adoro!”

Mcdiffett, che lavora come imprenditore edile durante i giorni feriali, dice che può essere trovato nel suo negozio di antiquariato con uno sgabello appoggiato quasi ogni sabato. Con i suoi numerosi interessi c’è sempre qualcosa di nuovo, ben vecchio ma nuovo, che entra o esce dalla sua porta al 114 E. 4°, ed è probabile che ci sia una buona storia che lo accompagna.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano