Vai al contenuto

Castelsarrasino. Debito, agricoltura, scuola… scopri le decisioni del consiglio comunale

Castelsarrasino. Debito, agricoltura, scuola... scopri le decisioni del consiglio comunale


l’essenziale
Il consiglio comunale è tornato giovedì 14 aprile nella sala Henri Pottevin del municipio di Castelsarrasin per una nuova seduta. Un piccolo evento per i consiglieri eletti per la prima volta nel giugno 2020 e che hanno partecipato, quasi due anni dopo, al loro primo consiglio in questa maestosa sala.

Sono queste le questioni economiche che hanno dominato questo nuovo consiglio comunale di Castelsarrasin, con in primis il voto di autorizzazione alla diffusione sui terreni agricoli di Castelsarrasin del digestato prodotto dal futuro impianto di metanizzazione. Si tratta infatti di un’unità di ritrattamento dei rifiuti verdi che l’azienda APAG Environnement installerà nella città di Le Pin, in collaborazione con gli agricoltori locali. Questo processo di metanizzazione produce due elementi: il biogas che viene riutilizzato come fonte di energia e il digestato che è il residuo della materia organica trattata. È questo digestato che gli agricoltori vogliono utilizzare per spargere per fertilizzare il loro terreno.

L’occasione per André Angles, leader del gruppo di opposizione Tous pour Castelsarrasin, di interrogarsi sulla collocazione del progetto: “Questa fabbrica sarà allestita appena fuori dai confini della comunità dei comuni Terres des Confluences. Non potremmo trovare una location sul nostro territorio per beneficiare al meglio delle ricadute di questo ottimo progetto? “. “Il tema della digestione anaerobica ci ha bruciato le dita durante l’ultima campagna comunale. Ci siamo soffermati sul dibattito, cartelli di protesta sono spuntati sulla strada vicina. In vista di questa accoglienza, i leader hanno logicamente considerato di andare altrove. La nostra responsabilità è collettiva”, ha riconosciuto il sindaco Jean-Philippe Bésiers.

Il forte aumento del debito è controverso

Dopo aver votato i bilanci per le associazioni e il mantenimento delle basi imponibili locali, gli assessori sono stati invitati a validare il conto amministrativo del bilancio 2021, presentato dall’assistente finanziario Michel Pons. “In un contesto economico teso, il conto amministrativo risulta comunque positivo. Piuttosto che aumentare le tasse, il comune ha preferito concentrarsi sul continuare a controllare i costi operativi”, afferma. Nel dettaglio, il 2021 è stato caratterizzato da spese operative in lieve calo dello 0,6%, mentre i ricavi sono aumentati del 3%. “Questi dati mostrano la natura prudente delle nostre previsioni di bilancio e il controllo dei costi operativi nonostante il ritiro dello Stato e l’aumento degli oneri imposti al comune”, ritiene Michel Pons.

Sul versante degli investimenti, gli introiti crescono del 7,8% grazie in particolare all’ottenimento di numerose sovvenzioni e all’aumento degli introiti della tassa di sviluppo. Allo stesso tempo, le spese sono diminuite del 2,7% con la fine della partecipazione del comune alla costruzione del centro acquatico. “Abbiamo mantenuto uno sforzo di investimento per aiutare a sostenere l’economia locale”, giustifica l’assistente finanziario.

È la questione del debito che verrà infine dibattuta. “Il debito è passato da 4,1 M€ nel 2013 a 11,25 M€ nel 2021. ‘nel 2013. Certo, i tassi sono interessanti, questo è il tuo argomento, e i tuoi progetti fanno funzionare le aziende, ma visto l’aumento incontrollabile del costo delle materie prime , questo è un comportamento rischioso. Con i tuoi amici del gruppo Le Tarn-et-Garonne in primo luogo, fai notare che il dipartimento sarà nuovamente fortemente indebitato entro il 2026. Vorremmo che prendessi le precauzioni che sembra voler prendere a livello di dipartimento. anche per il comune di Castelsarrasin”, insiste André Angoli.

“Siamo qui per parlare di Castelsarrasin, le considerazioni non sono le stesse. Abbiamo fatto sforzi per investire ma abbiamo una gestione rigorosa, generando risparmi che non saranno troppo con le incertezze che ci attendono. La nostra capacità di indebitamento è completamente sotto controllo e abbiamo scelto di non utilizzare la leva fiscale”, assicura Jean-Philippe Bésiers.

Nonostante l’astensione di Michel Laborie e Lydie Bence, consiglieri del gruppo Castel Ensemble, questi conti amministrativi sono stati adottati dal consiglio comunale.


Alcune delle altre deliberazioni

Tra le tante deliberazioni di quest’ultimo consiglio comunale, ecco due decisioni da segnalare.

Scuole Ducau

Mentre all’inizio delle vacanze primaverili gli studenti delle scuole primarie investiranno la loro nuova scuola dietro la palestra di Fontaines, nelle immediate vicinanze dell’asilo già in servizio, il consiglio comunale ha votato all’unanimità i nuovi nomi dei due istituti. L’asilo porterà il nome di Eugène Redon, modesto cordaio di Castelsarrasi (1901-1983), appassionato di preistoria e archeologia e autore di numerosi scavi nella regione. La scuola primaria si chiamerà Simone Veil, dal nome del grande personaggio politico francese, sopravvissuto al campo di Auschwitz e che nel 1974 farà adottare la legge che legalizza l’interruzione volontaria di gravidanza. Morta nel 2017, riposa nel Pantheon.

Spedizione nel 7° continente

L’associazione Expedition 7th Continent organizza da una dozzina di anni tour per sensibilizzare sulla conservazione dei mari e degli oceani. Quest’anno ha deciso di percorrere il canale della Garonna con una mostra itinerante e farà tappa al porto di Jacques-Yves Cousteau dal 17 al 19 maggio 2022. La collaborazione del comune a questo evento è stata adottata all’unanimità dai Consiglieri.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano