Vai al contenuto

Calvados in terreno fertile. Quando l’agricoltura unisce professionisti e cittadini

Calvados in terreno fertile.  Quando l'agricoltura unisce professionisti e cittadini


I cavalli hanno ceduto il posto al bestiame, questo sabato, 11 giugno 2022, all’ippodromo di Vire Normandia (Calvados). Sotto un sole splendente, la folla si è mossa in massa per partecipare il 16e edizione del festival del Calvados in terra di allevamento. Per tutta la giornata diverse razze di buoi hanno sfilato nell’arena allestita per l’occasione nel salone dell’ippodromo.

foto di mucche bionde dell'aquitania con i loro vitelli al festival del calvados in un terreno fertile in vire normandia.  © Francia occidentale

Mucche bionde dell’Aquitania con i loro vitelli al festival del Calvados in un terreno di allevamento a Vire Normandia. © Francia occidentale

Come delle vere modelle, le bionde d’Aquitania, le limousine e le Prim’Holstein sono state sottoposte all’occhio esigente dei giudici. Come quella di Quentin Royer, un contadino della Mayenne, che fece proprio il viaggio per l’occasione. Dopo dieci anni di partecipazione a questo tipo di eventi, questa è la prima volta che passa all’altro campo. “E’ un esercizio difficile perché bisogna cercare di essere imparziali, ma il giudizio resta soggettivo. Nessuno ha la stessa opinione, si confida.

Trova la mucca che produrrà la carne migliore

Quando gli animali entrano in scena, perfettamente vestiti, osserva, molto concentrato, i loro lineamenti, ne accarezza la coda e ne palpa la pelle. “Il primo aspetto che prendiamo in considerazione è il volume dell’animale, poi la sua lunghezza, la parte muscolare, la larghezza del dorso e del bacino, spiega la Mayenne. Stiamo cercando gli animali più completi possibili. Bisogna trovare il giusto compromesso tra volume e massa muscolare, quello che produrrà la carne migliore. »

foto quentin royer e alban mezange cercano l'animale che produca la carne migliore.  © Francia occidentale

Quentin Royer e Alban Mezange stanno cercando la bestia che produrrà la carne migliore. © Francia occidentale

Dietro questi bovini ci sono soprattutto decine di allevatori che coccolano i loro animali. Come Tom, 21 anni, aspirante allevatore di Noues-de-Sienne, che oggi presenta la sua prima mucca. Un prim’holstein che è arrivato secondo nella sua categoria. “È stressante perché non sai come reagirà l’animale, si confida. Ma è andata bene. »

Sono impressionato dallo sviluppo

foto tom, durante uno stage di fine studio presso il gaec du basq besnard di noues-de-sienne, ha presentato la sua prima mucca al festival del calvados in un terreno fertile in vire normandy.  © Francia occidentale

Tom, durante uno stage di fine studio presso il Gaec du Basq Besnard a Noues-de-Sienne, ha presentato la sua prima mucca al festival del Calvados in un terreno fertile a Vire Normandia. © Francia occidentale

Un ampio sorriso, pieno di orgoglio, si forma sulle sue labbra. Per l’occasione Anita, sua madre, Loucas e i suoi amici Thomas, sono venuti a incoraggiarla. “Sono la figlia di un contadino, dice la madre. Sono impressionato dall’evoluzione. Oggi una mucca produce 10.000 litri di latte all’anno. Nella fattoria dei miei genitori ne hanno prodotti 4.000”.

foto jacques e annie hanno portato il loro nipote, come, appassionato di agricoltura, al festival del calvados nella terra di allevamento in vire normandy.  © Francia occidentale

Jacques e Annie hanno portato il loro nipote, Côme, appassionato di agricoltura, al festival del Calvados nella terra di allevamento di Vire Normandie. © Francia occidentale

La curiosità è anche ciò che ha portato oggi Jacques e Annie. È appassionato di questioni agricole. Sono sempre impressionato nel vedere come si evolvono le cose, le nuove prestazioni o anche l’hardware”, sbottò, indicando il trattore su cui era salito Côme, suo nipote di 7 anni. “Siamo venuti principalmente per lui, riprende Annie. Lui lo adora ! »

Oggi il ragazzino è entusiasta. “Ho accarezzato un toro e ho guardato la mungitura”, si entusiasma. La sua vocazione è già trovata…





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano