Vai al contenuto

Boris Johnson ha esortato a ripristinare il divieto di pellicce, foie gras e trofei di caccia annullato da Jacob Rees-Mogg

Boris Johnson ha esortato a ripristinare il divieto di pellicce,


Decine delle principali associazioni di beneficenza per animali del Regno Unito hanno scritto Boris Johnson chiedendogli di includere nel discorso della regina una precedente promessa di vietare l’importazione di trofei di caccia, come, fegato grasso e pinne di squalo.

Le misure erano nel disegno di legge Animals Abroad, che il governo ha abbandonato all’inizio di quest’anno in una drammatica inversione di marcia con rabbia degli attivisti che hanno dedicato anni a lottare per i cambiamenti.

Il disegno di legge includeva anche il divieto di pubblicità di crudeli attività turistiche all’estero, come ad esempio cavalcate di elefanti e luoghi di intrattenimento per elefanti.

I capi di 38 organizzazioni hanno unito le forze per sostenere la lettera, tra cui RSPCA, Born Free Foundation, Peta, World Animal Protection, World Horse Welfare, Compassion in World Farming e Whale & Dolphin Conservation.

La sorella di una donna uccisa il mese scorso in un parco a tema di elefanti in Thailandia detto L’indipendente della sua amara delusione per il fatto che il governo stesse evitando un divieto, affermando invece che si aspettava che i turisti facessero le proprie ricerche.

“Come fanno i vacanzieri a saperlo se non glielo dici?” chiese Helen Costigan.

L’indipendente precedentemente riferito che le varie misure erano state concordate a livello di gabinetto, prima che si pensasse che Jacob Rees-Mogg, Brandon Lewis e Mark Spencer avessero posto loro il veto – anche se le modifiche erano state promesse nel piano d’azione del governo per benessere degli animali pubblicato lo scorso anno.

Ogni anno, i cacciatori del Regno Unito viaggiano all’estero, spesso nell’Africa meridionale, e pagano migliaia di sterline per sparare legalmente ad animali, come leoni, elefanti e persino babbuini.

Sono autorizzati a riportare parti del corpo come teste, zampe e corna imbottite in un orribile commercio che secondo i critici sta portando le popolazioni di animali selvatici verso l’estinzione.

L’ultimo manifesto elettorale del Partito conservatore includeva un impegno a vietare le importazioni di caccia ai trofei. Ma secondo I tempiil signor Johnson ha infatti abbandonato i piani per vietare l’importazione e la vendita di foie gras e pellicce.

I conservazionisti hanno fatto ripetuti viaggi a Westminster per consegnare petizioni e incontrare rappresentanti del governo sulle questioni delle importazioni e degli annunci pubblicitari.

L’ultima lettera degli enti di beneficenza dice al primo ministro: “Saremmo lieti dell’opportunità di incontrare il vostro ufficio e discutere i piani e le ambizioni del governo per gli animali nella prossima sessione e non vediamo l’ora di avere vostre notizie”.

Claire Bass, direttore esecutivo di Humane Society International/UK, ha dichiarato: “Boris Johnson ha promesso al popolo che dopo la Brexit, la Gran Bretagna sarebbe diventata leader mondiale nel benessere degli animali.

“Può mantenere quella promessa assicurando che il disegno di legge sugli animali all’estero con i divieti proposti su pellicce crudeli, foie gras, pinne di squalo e altri orrori, sia nel discorso della regina la prossima settimana.

Proteste fuori dal parlamento contro la caduta del disegno di legge

(HSI/Regno Unito)

“Questi divieti impedirebbero alla Gran Bretagna di sostenere la crudeltà sugli animali che è già vietata qui, come uccidere animali per la moda di pellicce, tagliare le pinne degli squali per la zuppa di pinne di squalo o alimentare forzatamente le anatre fino al punto di diventare morbose obesità per produrre ha pasta.

“Esortiamo il primo ministro a smettere di esitare su un disegno di legge di cui la Gran Bretagna dovrebbe essere orgogliosa e per la quale la Gran Bretagna sarebbe applaudita in tutto il mondo”.

Più di 200.000 persone hanno firmato una petizione lanciata dal presentatore televisivo Chris Packham chiedendo al governo di mantenere la sua promessa di vietare pellicce e foie gras, mentre una petizione campagna separata per porre fine alle importazioni di pellicce ha raccolto più di un milione di firme.

Un giro di vite sul foie gras era stato promesso nel discorso della regina l’anno scorso in questo periodo.

Il Kept Animals Bill, che vieta l’esportazione di animali vivi, l’allevamento di primati come animali da compagnia e il contrabbando di cuccioli, è stato posticipato nell’ultima sessione parlamentare e dovrebbe continuare il suo passaggio in legge attraverso una mozione di riporto nella prossima.

Il governo ha rifiutato di commentare cosa sarebbe stato nel discorso della regina della prossima settimana.

Un portavoce ha dichiarato: “Questo governo è fermo nel suo impegno a sostenere i suoi standard leader a livello mondiale in materia di benessere degli animali.

“Il disegno di legge sugli animali (avvisi di sanzione), il disegno di legge sulle trappole (reati) e il disegno di legge sul benessere degli animali (Sentience) hanno ora ricevuto il consenso reale, rafforzando ulteriormente la posizione del Regno Unito come leader mondiale per la salute e il benessere degli animali ora che abbiamo lasciato l’UE. “



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano