Vai al contenuto

4.000 festaioli riuniti in una vecchia miniera d’oro per la più grande “festa dell’anno”

4.000 festaioli riuniti in una vecchia miniera d'oro per la


I teufeur si stabilirono sul terreno di una vecchia miniera d'oro.

I teufeur si stabilirono sul terreno di una vecchia miniera d’oro.

E.D.

Un mese e mezzo che il progetto rave si stava trasformando nel “mezzo delle feste”. “Sapevamo che nella regione stava succedendo qualcosa di grosso, ma non sapevamo esattamente dove”, continua Julien. L’indirizzo di Fouilloux è caduto all’ultimo momento. »

Un elicottero della polizia ha sorvolato il luogo del rave party.

Un elicottero della polizia ha sorvolato il luogo del rave party.

E.D.

Quando Julien ei suoi amici sono atterrati intorno alle 3 del mattino, il sito era già affollato. “Ci siamo subito messi dell’umore giusto, ammette Julien. I quattro muri di cinta stavano già emettendo un grande suono per alcune ore. »

Nella fretta di attenersi agli schiaffi del sistema audio, i parigini prestavano poca attenzione all’ambiente. «Siamo in una vecchia miniera d’oro, dici? interviene uno dei ragazzi della band. Francamente, tu ci insegni. Quando siamo arrivati, la strada era chiara. Non abbiamo visto alcun segno particolare che ci dicesse qualcosa. »

All'ingresso del sito, diversi cartelli indicano che si tratta di proprietà privata vietata al pubblico.

All’ingresso del sito, diversi cartelli indicano che si tratta di proprietà privata vietata al pubblico.

DOTT

“Il sito è pericoloso”

All’ingresso del sito, il cui accesso recintato era probabilmente obbligato, la segnaletica ne indica comunque la pericolosità. “Attenzione all’annegamento”, possiamo leggere su uno dei pannelli appesi al recinto, che è stato attorcigliato in alcuni punti per far passare i partecipanti alla festa. “Il sito è pericoloso, abbonda il sindaco di Jumilhac-de-Grand, Annick Maurussane. Il terreno è instabile e probabilmente inquinato da metalli pesanti come il mercurio che servivano per estrarre l’oro. »

“Un bambino non dovrebbe attraversare una torbiera”, avverte Marcel, un contadino in pensione che vive nella frazione di Bourdoux, a due o tre chilometri a piedi da Fouilloux. Quando il suono della musica mi ha tirato fuori dal letto alle 5:30 del mattino, è stata la prima cosa a cui ho pensato.

E.D.

Consapevole di operare su un terreno sensibile, il personale della Gendarmeria ha prontamente schierato i suoi uomini a terra per bloccare l’accesso al sito. I “Moblos”, cioè i gendarmi mobili, discendono addirittura da Rochefort per rafforzare il sistema di sorveglianza. “Il nostro obiettivo è impedire alle persone di accedere alla vecchia miniera assicurandoci di prevenire incidenti con controlli anti-alcolici e antidroga”, conferma il colonnello Louis-Pauty, capo delle operazioni della gendarmeria che mobilita anche un elicottero.

Chiamata sul posto, la Procura della Repubblica di Périgueux, Solène Belaouar, ha indicato di aver aperto un’indagine per “dichiarazione non preventiva di raduno festivo”, “disturbi da rumore” e “danni”.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano