Vai al contenuto

🔎 Globalizzazione – Fattori Essenziali della Globalizzazione Contemporanea

🔎 Globalizzazione   Fattori Essenziali della Globalizzazione Contemporanea


Fattori essenziali della globalizzazione contemporanea

L’attuale forma di globalizzazione alla fine del XXe secolo e di XXIe secolo si basa su due fattori essenziali:

  • il basso costo di trasporto (Il trasporto è l’atto di portare qualcosa, o qualcuno, da un luogo all’altro, il più…) per quanto riguarda le differenze nei costi di produzione (at senso (SENS (Strategies for Engineered Trasegible Senescenza) è un progetto scientifico che mira a…) termine economico), che riguarda i beni materiali,
  • minori costi di comunicazione (La comunicazione riguarda sia l’uomo (comunicazione intrapsichica, interpersonale, ecc.) a livello globale, che interessa il diffusione (Nel linguaggio comune, il termine diffusione si riferisce a una nozione di…) modulo digitale (Le informazioni digitali sono informazioni…) informazioni, anche finanziarie.

Scambi di beni materiali

Il primo fattore spiega la costituzione di a divisione (La divisione è una legge di composizione che associa il prodotto del primo a due numeri…) diritto internazionale del lavoro, poiché può essere vantaggioso avere a merce (Una merce è un prodotto dell’attività umana, diretta o indiretta, essenzialmente…) in un nazione (Paese deriva dal latino pagus che designava una suddivisione territoriale e tribale di estensione…) trasportarlo e venderlo in un altro. Il generalizzazione (La generalizzazione è un processo di astrazione di un insieme di…) di questo processo atotale (Nella teoria degli insiemi, un insieme designa intuitivamente una collezione…) del processo produttivo (un bene viene fabbricato in più fasi corrispondenti ad altrettanti paesi diversi) porta alla crescita di interdipendenze economiche tanto più forti quanto gli scambi. Francia e Germania ne sono un esempio. Questo fenomeno è essenzialmente a continuazione (In informatica, la continuazione di un sistema designa il suo futuro, cioè il…) di quanto era stato avviato XIXe secolo.

Questo processo trova il suo contraltare nella volontà dei paesi più ricchi di ridurre i dazi doganali esistenti tra di loro così come quelli relativi ai loro prodotti nei paesi meno industrializzati. Il GATT e poi la trattativaOrganizzazione (Un’organizzazione è) il commercio mondiale vede quindi una notevole riduzione delle barriere doganali e l’estensione di questo processo all’agricoltura e ai servizi.

Globalizzazione (Il termine “globalizzazione” si riferisce all’espansione e all’armonizzazione di…) alcune informazioni

Utenti diInternet (Internet è la rete informatica globale che rende i servizi disponibili al pubblico…) nel mondo (La parola mondo può riferirsi a:)

La grande novità della globalizzazione dell’inizio del XXIe secolo è l’implementazione delle tecnologie dell’informazione (ICT), in fonti aperte o chiuse, anche su scala globale. Con l’accesso a questi strumenti, la globalizzazione colpisce gli individui tanto quanto gli Stati o le aziende, con un effetto molto variabile (In matematica e logica, una variabile è rappresentata da un simbolo. Essa…) a seconda dell’individuo.

Il primo effetto di questo cambiamento tecnologico è la finanziarizzazione dell’economia e lo sviluppo delle imprese multinazionali e transnazionali. Una migliore informazione sulle differenze di costo tra i paesi consente ai capitali di circolare senza l’intermediazione delle banche consentendo la creazione di mercati finanziari integrati a livello internazionale.

Contrariamente a fattori puramente finanziari, la globalizzazione delle tecnologie dell’informazione come web, internet e altro media (Chiamiamo i media un mezzo impersonale per diffondere informazioni (come la stampa, la radio, ecc.) colpisce direttamente le persone. Esposizione a prodotti culturali stranieri (cartoni animati giapponesi, cinema (Chiamiamo cinema una proiezione visiva in movimento, il più delle volte con il suono. Il termine…) danze indianeAmerica (L’America è un continente separato, ad ovest, dall’Asia e…) du Sud…) non è più il privilegio di un’élite. Aumenta la consapevolezza della diversità delle culture in tutto il mondo.

Cambio di rappresentanza

Percepiamo confusamente quella globalizzazione, che è accompagnata da problemi di sviluppo sostenibile (Lo sviluppo sostenibile (traduzione di Sviluppo sostenibile) è una nuova concezione…)corrisponderebbe all’inizio di un nuovo ciclo storico.

Filosofo Michel Foucault (Paul Michel Foucault, nato il 15 ottobre 1926 a Poitiers e morto il…) parla di episteme per una concezione del mondo. Secondo lui, la nostra epoca corrisponde a una nuova episteme, che descrive come ipermodernità.

Lo storico René Rémond pensa che ci siano cicli le cui caratteristiche sono il cambiamento delle rappresentazioni del mondo, che portano a nuove rappresentazioni sociali, il cambiamento delle modalità di diffusione dell’informazione e della conoscenza, la lettura scientifico (Uno scienziato è una persona che si dedica allo studio di una o più scienze e che…) testi fondamentali, e il ripristino dell’onore a Cultura (La Cultura è una civiltà pan-galattica inventata da Iain M. Banks attraverso il suo…) antico…

Ad esempio, il Rinascimento di XVe e XVIe secoli fu un periodo di restaurazione d’onore per autori greci e latini; ha esteso la riscoperta di cultura (La definizione di cultura dell’UNESCO è la seguente [1] 🙂 antico all’arte e alle tecniche, e portò la stampa. il secolo (Un secolo è ora un periodo di cento anni. La parola deriva dal latino saeculum, i, che…) dell’Illuminismo ha visto un cambiamento significativo nella rappresentazione del mondo con la “rivoluzione copernicana”. L’era contemporanea vede anche la formazione di diverse rappresentazioni del mondo con nuove teorie cosmologiche o lo sviluppo di Internet.

Predominanza della lingua anglo-americana

La globalizzazione è accompagnata da un dominio della lingua angloamericana, che si manifesta in modo più acuto su Internet. Nel 1996 c’era una presenza quasi esclusiva dell’inglese su Internet, con il 75% delle pagine web del mondo in inglese. Nel 2003 questa percentuale è scesa al 45%. C’è quindi una certa diversificazione delle lingue su internet. Ciò non impedisce che la grande maggioranza delle 6000 lingue del mondo sia rappresentata su Internet.

Il dominio della lingua anglo-americana è tale che alcuni autori, anche nel mondo anglosassone, non esitano a parlare di imperialismo linguistico. Le organizzazioni anti-globalizzazione denunciano in tutto inglese quella che considerano una manifestazione dell’imperialismo linguistico americano, essendo l’inglese allora un vettore (In matematica, un vettore è un elemento di uno spazio vettoriale, che permette…) della globalizzazione liberale.

Il predominio della lingua angloamericana si manifesta molto anche attraverso l’influenza socio-culturale americana. Gli Stati Uniti esercitano una fortissima influenza in campo economico, finanziario, scientifico, informatica (IT – contrazione delle informazioni e automatiche – è il dominio…), così come nel tempo libero (musica, cinema). Questa influenza tende a propagare la lingua inglese, oa promuovere prestiti lessicali (anglicismi) in altre lingue compreso il francese.

Questo predominio dell’inglese si fa sentire anche nelle istituzioni europee, e in particolare nella Commissione Europea. Dall’allargamento dell’Unione Europea nel 1995, ilutilizzo (L’uso è l’atto di fare uso di qualcosa.) dell’inglese ha superato quello del francese nelle istituzioni europee. Nel 2001, il 56,8% delle pagine ricevute dalla Commissione Europea sono state scritte in inglese e il 29,8% in francese.

Secondo l’UNESCO, 2.500 lingue delle circa 6.000 lingue parlate nel mondo sono oggi in pericolo. All’alba del XXIe secolo, vi è quindi una minaccia significativa alla diversità linguistica nel mondo.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

it_ITItaliano